CDS-BANCHE

lunedì 13 ottobre 2008 17:45
 

MILANO, 13 ottobre (Reuters) - Il credit default swap sulle emittentibancarie italiane si sono ridotti leggermente rispetto al valore medio di venerdì dopo le rassicurazioni giunte dai governi dell'Eurogruppo sulle obbligazioni emesse dalle banche.

Lo dicono i dealer del mercato seocndario dei Cds, il costo per assicuratri dal calo di defualt dell'emittente, e in sostanza il grado di fiducia dl mercato nei confronti dell'emittente stessa.

I dealer per altro notano che gli scambi sui singoli nomi sono piuttosto ridotti, mentre gli investitori puntato più sugli indici "che assorbono maggiormente l'estrema volatilità di questi giorni". Inoltre -- aggiungono i dealer -- "da un paio di settimane i Cds bancari della zona euro si stanno uniformando a livelli simili, come se il mercato stesse prezzando il fatto che questa crisi va misurata in termini aggregati per le connessioni finanziarie che cio s

Il Cds di Unicredit (CRDI.MI: Quotazione) a 5 anni senior quota stasera 100 punti base, 15 pb più stretto di venerdì.

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
CDS-BANCHE | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,597.34
    -1.15%
  • FTSE Italia All-Share Index
    22,796.54
    -0.95%
  • Euronext 100
    1,011.78
    -0.28%