Bce, Pil 2009 zona euro -4,5%, 2010 +0,3% - stime professionali

giovedì 13 agosto 2009 10:26
 

FRANCOFORTE, 13 agosto (Reuters) - I previsori professionali interpellati dalla Bce nel terzo trimestre hanno rivisto al ribasso la loro stima per il Pil 2009 della zona euro e leggermente al rialzo quella del 2010.

Secondo la nuova indagine, condotta tra 54 economisti, accademici e altri previsori professionali della zona euro tra il 15 e il 20 luglio scorso, l'economia vedrà nel 2009 una contrazione del 4,5%, più profonda rispetto quella vista nell'analoga inchiesta condotta nel secondo trimestre di -3,4%.

Per il 2010 invece la stima viene corretta allo 0,3% da 0,2%.

Riguardo l'inflazione, l'indagine indica per il 2009 un Cpi armonizzato dello 0,4% quest'anno, rivisto dallo 0,5% dell'indagine precedente, e per il 2010 un Cpi all'1,1% rivisto da +1,3%. In questo contesto i previsori stimano che l'inflazione a lungo termine si porterà al 2,0%, rivedendo la stima precedente di +1,9%.

A commento dell'indagine i compilatori dell'inchiesta dicono di vedere rischi al ribasso per le prospettive sia dell'inflazione sia della crescita economica.