Treasuries quasi piatti a Londra, attesi dati vendite Usa

mercoledì 13 agosto 2008 12:38
 

LONDRA, 13 agosto (Reuters) - I rendimenti dei Treasuries salgono leggermente, mentre il mercato che torna a respirare dopo il rally della scorsa seduta e gli investitori attendono i dati delle vendite al consumo Usa, diffusi alle 14,30, per capire quale impatto abbia avuto la contrazione del credito sulle spese dei consumatori.

Alle 11,30 sono state rese note dalal Banca d'Inghilterra le le previsioni sull'inflazione del trimestre in Gran Bretagna. I dati hanno evidenziato come se i tassi rimarranno al 5% l'inflazione potrà secendere in circa 2 anni sootto il target del 2% fissato dalla banca centrale.

"L'attuale periodo di inflazione al di sopra dell'obiettivo, anche se molto marcato, è temporaneo e l'inflazione tornerà all'obiettivo del 2%", ha detto il governatore Mervyn King, aggiungendo però che "l'infalzione è destinata a salire nel corso dell'anno fino ad un picco di circa il 5% nei prossimi mesi".

I dati relavi all'inflazione di luglio diffusi ieri hanno mostrano infatti un progresso del 4,4%, più del doppio rispetto all'obiettivo del 2% della BoE.

I timori per l'inflazione della banca centrale inglese potrebbero raggiungere anche la Federal Reserve, secondo David Page, analista di Investec a Londra.

"Sarà un elemento di interesse internazionale ma saranno più rilevanti i dati delle vendite al dettaglio", ha commentato.

"Quello che osserveremo sono i possibili effetti dell'abbassamento delle tasse", ha precisato Page."Si osservano chiaramente rallentamenti sulle stime del mese e cercheremo di vedere se questo rallentamento sia in qualche modo più profondo".

I Treasuries, secondo le previsioni, guadagneranno se i dati relativi alle vendite al consumo Usa, diffusi alle 14,30, mostreranno altri segni di contrazione delle spese dei consumatori, che pesano per i due terzi dell'economia americana. Secondo le previsioni di medio termine degli economisti, in luglio le vendite al consumo dovrebbero essere scese dello 0,1%, dopo essere aumentate dello 0,1% nel mese precedente.

Alle 12,15 il titolo a due anni US2YT=RR cede 1/32 a 100*18, con rendimento a 2,451%, mentre il benchmark a 10 anni US10YT=RR cede 1/32 a 100*54 con rendimento del 3,905%.