PUNTO 1-Fiat, intesa Chrysler non cambia profilo credito-Moody's

venerdì 12 giugno 2009 17:13
 

(aggiunge dettagli da nota Moody's)

MILANO, 12 giugno (Reuters) - L'alleanza strategica siglata tra Fiat FIA.MI e Chrysler non cambia, secondo l'agenzia Moody's, il profilo di credito della casa torinese nel breve termine.

Lo dice Falk Frey, senior analist di Moody's, in una nota diffusa oggi.

"I termini e le condizioni dell'alleanza strategica e la quota di Fiat in Chrysler sono come erano stati anticipati e non cambieranno gli attuali rating Moody's su Fiat (Ba1/Negative)", aggiunge l'analista.

Secondo Frey i potenziali vantaggi per Fiat derivanti dalle economie di scala, dalla vendita delle piattaforme, dei motori e dei componenti e dall'accesso ai mercati auto del Nord America potranno materializzarsi solo oltre il medio termine.

Peraltro Moody's seguirà con attenzione i progressi nell'esecuzione del piano Fiat di aumentare la sua quota in Chrysler gradualmente fino al 35% dal 20% iniziale.

Tra le sfide chiave dell'operazione, l'analista indica l'implementazione e il trasferimento delle tecnologie ai veicoli Chrysler, la capacità di creare una linea di prodotti più attraenti in modo da stabilizzare la posizione di mercato domestica della casa Usa e di colmare il gap culturale tra America ed Europa e la reingegnerizzazione dei modelli italiani necessaria per venire incontro agli standard di sicurezza americani.

Inoltre ogni mutamento in merito all'intenzione di astenersi da qualsiasi impegno finanziario si tradurrebbe in una revisione dei rating Fiat, conclude Frey nella nota.