S&P's condivide obiettivi Ue su regolamentazione agenzie rating

mercoledì 12 novembre 2008 18:06
 

MILANO, 12 novembre (Reuters) - Standard & Poor's condivide gli obiettivi della Commissione della regolamentazione delle agenzie di rating in termini di maggiore trasparenza e fiducia ai mercati, mentre sta esaminando in dettaglio la proposta per valutare le implicazioni per il mercato e per il suo business.

E' il commento dell'agenzia di rating alla proposta della Commissione Ue sulla regolamentazione degli operatori del settore presentata questa mattina a Bruxelles.

"Una regolamentazione efficace e coerente a livello internazionale può favorire il mercato, aiutandolo a ripristinare la fiducia nel rating", dice Standard & Poor's.

"Condividiamo gli obiettivi della Commissione europea di apportare maggiore trasparenza e fiducia ai mercati e stiamo esaminando la proposta diffusa oggi per vedere se supporta i rating quali opinioni indipendenti e coerenti a livello internazionale", prosegue.

La Commissione Ue, al fine di rafforzare la regolamentazione del settore, ha proposto oggi che le agenzie di rating debbano essere sottoposte al controllo di supervisori Ue e che venga istituito un registro legale a livello europeo.

Inoltre alle agenzie viene vietato lo svolgimento di servizi di consulenza e viene chiesto di comunicare le metodologie e le assunzioni chiave dei rating attribuiti.

S&P's sottolinea in particolare come molte delle richieste presentate oggi, quali la rotazione degli analisti, il divieto di consulenza e la netta separazione tra il compenso degli analisti e le commissioni pagate dagli emittenti, siano già "in uso da tempo in Standard & Poor's Rating Services".

"Stiamo esaminando la proposta in dettaglio al fine di determinare le loro implicazioni per il mercato e per il nostro business", conclude.