Cds, in nuova serie indici Markit torna Fiat in iTraxx Crossover

giovedì 12 marzo 2009 18:27
 

MILANO, 12 marzo (Reuters) - Il Cds di Fiat FIA.MI, torna a far parte dell'indice iTraxx Crossover, che raccoglie 50 Cds delle emittenti con rating 'junk'.

Emerge dalla lista provvisoria che Markit, la società che gestisce gli indici iTraxx sui Cds, ha reso noto sul suo sitoweb per la nuova serie 11. La lista definitiva, che normalmente ricalca la provvisoria, verrà resa nota martedì 17 marzo.

Il Cds di Fiat era uscito dalla serie 10 dell'indice, ma era nella serie 9. Il rating di Fiat è stato abbassato da Moody's al livello di 'Ba1' il mese scorso, il primo gradino della fascia di 'speculative grade'.

Nell'indice Crossover sono invece stati confermati i nomi italiani di Cir (CIRX.MI: Quotazione), Seat PGIT.MI e Wind.

Questo indice principale ITEXO5Y=GF quotava oggi attonro a 1.100 pb, in rialzo di 25 punti base.

Sono stati confermati invece nell'indice investment-grade Europe tutti i Cds di nomi italiani, con la variante che quello di Enel (ENEI.MI: Quotazione) è stato messo anche nel sotto indice HiVol, in cui sono contenuti Cds con un buon livello di rating ma che hanno dimostrato nell'ultimo periodo una certa volatilità.

Oltre al Cds di Enel nell'indice principale e sono contenuti i Cds di Finmeccanica SIFI.MI, Edison EDN.MI e Telecom Italia (TLIT.MI: Quotazione), tra i corporate. Inoltre sono stati confermati nell'indice principale tutti i moni delle banche italiane, Mps (BMPS.MI: Quotazione), Intesa Sanpaolo ISPI.MI, Unicredit (CRDI.MI: Quotazione), oltre ad Assicurazioni Generali (GASI.MI: Quotazione).

L'indice Europe ITEEU5Y=GF quotava oggi attorno a 197 pb, poco variato da ieri.