Finanziaria, emendamenti relatore sicurezza, giustizia,Banca Sud

giovedì 12 novembre 2009 14:02
 

ROMA, 12 novembre (Reuters) - Il relatore alla Finanziaria Maurizio Saia ha depositato in Senato due emendamenti alla Finanziaria che dovranno essere esaminati dall'aula.

Il primo emendamento, già ribattezzato omnibus perché contiene numerose proposte di cambiamento e novità, propone fra l'altro stanziamenti in materia di sicurezza e giustizia; il secondo raccoglie le norme sull'istituzione della Banca del Sud.

Secondo il primo testo dovrebbero essere assegnati 100 milioni a decorrere dal 2010 al comparto sicurezza-difesa per "il riconoscimento della specificità della funzione"; previste anche risorse alla giustizia in parte reperite attraverso la vendita dei beni confiscati alla mafia.

In quest'ultimo caso le somme ricavate, al netto delle spese per la gestione e la vendita, sono assegnate per il 50% al ministero dell'Interno per la tutela della sicurezza pubblica e del soccorso pubblico, e per il restante 50% al ministero della giustizia, per assicurare il funzionamento e il potenziamento degli uffici giudiziari e degli altri servizi istituzionali.

Non è stato possibile finora però quantificare l'entità delle misure perché manca all'emendamento la necessaria relazione tecnica del ministero dell'Economia, relazione che il viceministro Giuseppe Vegas ha detto che dovrebbe giungere a palazzo Madama entro poche ore.

In un secondo emendamento è stata invece inserita la norma sull'istituzione della Banca del Sud, emendamento questo già illustrato questa mattina in una conferenza stampa dal ministro Giulio Tremonti.

La norma, è stato spiegato da tecnici in Senato, è stata inserita in un emendamento a parte perché esistono dubbi sulla sua ammissibilità essendo che il tema non è stato né dibattuto né accennato in commissione cosa che lo renderebbe improponibile in aula.