Btp in rialzo su calo borse, si allarga a 110 spread Btp/Bund

venerdì 12 giugno 2009 12:07
 

 MILANO, 12 giugno (Reuters) - In un inizio di giornata
sostanzialmente tranquillo, il secondario italiano si muove in
lieve rialzo, in sintonia con i titoli di stato della zona euro
e con i Treasuries americani.
 "Il mercato è rialzista oggi, non prevedo grandi movimenti",
commenta un trader. "Saranno le borse, e in particolare
l'apertura di Wall Street, a dettare il ritmo per i buoni del
tesoro".
 In mancanza di dati macro significativi, si iniziano a
tirare le somme sulle aste dei giorni scorsi, risultate
decisamente positive, con un'ottima accoglienza riservata sia
alla curva breve che al tratto medio-lungo.
 In soli due giorni il Tesoro si è messo in tasca senza
particolari problemi oltre 19 miliardi, nonostante l'ormai
persistente debolezza dei rendimenti offerti.
 "Le aste sono andate molto bene", commenta un trader. "La
domanda è stata buona, nonostante l'offerta fosse consistente:
una dimostrazione chiara che, al momento, il Tesoro non ha
nessuna difficoltà nei collocamenti".
 Particolarmente apprezzato il nuovo 5 anni, scadenza giugno
2014, con un bid-to-cover salito a 1,417 da 1,289 di metà
maggio.
 "Sulla parte lunga della curva i tassi hanno registrato un
leggero rialzo, rendendo più attraente l'offerta", commenta un
trader.
 Sotto pressione soltanto lo spread dei rendimenti tra il
decennale italiano scadenza settembre 2019 e il Bund a luglio
2019 che tocca i massimi da fine aprile sui 110 punti base.
 "Niente di preoccupante", spiega uno strategist. "Paesi
periferici come l'Italia sono molto sensibili all'umore dei
mercati e ai cambiamenti dell'avversione al rischio". Continuano
a tenere banco i timori per la situazione difficile in cui
navigano alcuni paesi dell'Europa dell'est, tra cui Lituania e
Lettonia, recentemente declassate dalle agenzie di rating.
 Per l'Italia, però, una spiegazione per l'allargamento dello
spread - salito di quasi 40 punti base rispetto ai primi giorni
di maggio - viene dalle aste di ieri sul tratto medio-lungo che
hanno interessato scadenze vicine a quelle del decennale.
 Anche per la prossima settimana, prevedono i trader, il
secondario non dovrebbe subire particolari oscillazioni.
 "Le aste principali sono già state fatte e, per quanto
riguarda i dati, non sono in programma indicatori capaci di far
sobbalzare il mercato", conclude un trader.
 
 
=============================== 12,00 ==========================
                                PREZZI  VAR.     RENDIMENTO
 FUTURES BUND SETT.   FGBLc1      118,64  (+0,71)
 BTP 2 ANNI  (MAR 11) IT2YT=TT    102,80  (+0,01)      1,869%
 BTP 10 ANNI (SET 19) IT10YT=RR*   96,74  (+0,15)      4,707%
 BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=TT    94,25  (+0,77)      5,460%
 ========================= SPREAD (PB) ========================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
 TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     23                   28  
 BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     17                   16  
 BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    108                  106  
 BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    117                  114  
 BTP 2/10 ANNI                      283,8               284,0 
 BTP 10/30 ANNI                      75,3                78,5  
 ==============================================================
 * prezzo e rendimento da circuito Reuters in assenza di
scambi su Mts