Btp, spread su Bund torna a 100 pb in seduta dominata da aste

mercoledì 12 novembre 2008 13:04
 

 MILANO, 12 novembre (Reuters) - Torna sotto pressione lo
spread di rendimento tra Italia e Germania. Sulla scadenza
decennale la forbice di tasso tra Btp e Bund è tornata quota 100
punti base tra prese di profitto parallele al collocamento del
nuovo decennale tedesco.
 L'asta del nuovo Bund gennaio 2019 ha registrato un
deludente 'underbidding' con una domanda inferiore all'offerta,
se da questa si escludono i 2 miliardi tratttenuti dalla
Bundesbank per operazioni di mercato aperto.
 "Prima dell'asta ci sono state probabimente delle prese di
profitto su posizioni corte di Germania contro periferici",
commenta un trader in riferimento al movimento dello spread.
 "L'asta è stata un disastro. Uno squeeze di prezzo prima e
poi l'asta stessa bucata con un bid-to-cover di 0,93". Non c'è
motivo di accalcarsi sul Bund che quota 40-45 punti base sotto
Libor. Quella dell'Italia domani sarà una storia diversa anche
se resta un punto interrogativo", aggiunge riferendosi alla
cautela degli investitori per la nuova carta in queste settimane.
 Il flight-to-quality che caratterizza questa fase di mercato
ha eroso progressivamente i rendimenti dei titoli di Stato
tedeschi, su cui si concentrano le preferenze degli investitori
in un contesto di incertezza estrema.
 Meglio dell'asta tedesca è andato in mattinata un
collocamento spagnolo. La riapertura straordinaria del Bono
gennaio 2010 ha visto una richiesta pari a 2,3 volte i 2,8
miliardi offerti, cifra a sua volta superiore al range di
1,8-2,4 miliardi indicato inizialmente.
 Più deludente il bid-to-cover di 1,6 dell'asta di un titolo
portoghese con scadenza settembre 2013 collocato in mattinata.
 Il Tesoro italiano offre domani tra i 2,5 e i 3,5 miliardi
di euro i Btp primo febbraio 2013 e primo febbraio 2037, oltre a
1-1,5 miliardi del Btp primo agosto 2039.
 "I titoli oggetto dell'asta continuano a essere leggermente
sotto pressione, specie il trentennale", commenta un trader.
 Il derivato sul Bund tedesco si mantiene poco sopra la
parità a fine mattinata nonostante borse in risalita. Depresso
dall'esito fiacco del collocamento del nuovo decennale, il
future ha trovato spunti per un recupero nelle parole del
governatore di Banca d'Inghilterra, Mervyn King.
 King ha prospettato nuovi tagli dei tassi dopo la
sorprendente riduzione di 1,5 punti percentuali decisa questo
mese e non ha escluso rischi di deflazione.
====================== QUOTAZIONI 12,48 =======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    118,10   (+0,06)  
BTP 2 ANNI (AGO 10) *   IT2YT=TT   102,25   (+0,02)     3,152%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=TT    99,15   (-0,21)     4,662%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=TT    84,12   (-0,46)     5,127%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                          CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     -8                  0
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     85                 86
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     98                 95
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     84                 84
BTP 2/10 ANNI*                     151,0               145,1 
BTP 10/30 ANNI                      46,5                45,7
=================================================================    
 * quotazioni tratte dagli schermi Reuters sul 2 anni che non
ha registrato alcuno scambio su Mts.