Btp misti tra acquisti rifugio e peso per aste domani

giovedì 12 marzo 2009 13:01
 

 MILANO, 12 marzo (Reuters) - Alla vigilia delle aste di
domani in cui il Tesoro offrirà titoli a medio-lungo per un
importo consistente, il secondario italiano è misto, con le
scadenze interessate dalle aste leggermente sotto pressione. 
 Dall'altra parte, nonostante scambi rarefatti, il calo 
riapparso sull'azionario sta favorendo i titoli di Stato.
 I primi a beneficiare del nuovo trend sono stati i
Treasuries americani, galvanizzati dal successo dell'asta sul
decennale ieri sera e sostenuti dalla nuova richiesta da parte
dell'ex colosso di prestiti immobiliari Freddie Mac FRE.N al
governo Usa di ulteriori 30,8 miliardi.
 "L'asta del decennale americano è andata benissimo,
influenzando anche l'obbligazionario europeo", ha commentato un
dealer. "Inoltre i risultati di Freddie sono disastrosi e il
governo americano sta spendendo come se non ci fosse un domani a
cui pensare". Ciò incrementa gli acquisti rifugio
sull'obbligazionario. 
 In Italia il differenziale dei rendimenti del Btp marzo 2019
e il Bund gennaio 2019 si sta allargando di pochi punti, sulla
scia di movimenti provocati dalla ritirata dell'azionario che
genera avversione al rischio favorendo i Bund tedeschi rispetto
ai periferici.
 "Non ci sono notizie particolari relative all'Italia che
possano influenzare lo spread", dice un dealer ricordando
comunque che i 148 pb di stamane sono ancora stretti rispetto ai
154 pb di venerdì scorso.
 "Anzi, l'Italia si sta comportando bene rispetto a altri
paesi: il suo mercato è più liquido e la tattica del Tesoro di
aprire anche titoli fuori emissione viene accolta
positivamente".
 Sul fronte macroeconomico c'è attesa oggi per i dati
americani sulle vendite al dettaglio e sulle richieste di
sussidi di disoccupazione settimanali: risultati peggiori delle
attese potrebbero incrinare ulteriormente le borse, spingendo
l'obbligazionario al rialzo.
 Il Tesoro domani offrirà in asta un Btp a 5 anni - scadenza
15 dicembre 2013 - e un Btp a 30 anni - scadenza 1 agosto 2039.
 Saranno inoltre riaperti due Btp non più in corso di
emissione, scadenza 1 agosto 2016 e 1 agosto 2034.
 "Sono due titoli cari e c'era una forte attesa perchè
venissero riaperti", dice un dealer.
 L'ammontare complessivo dell'asta è fissato tra i 5 e i 7,5
miliardi di euro, ma, secondo un dealer, "probabilmente il
Tesoro emetterà titoli per un valore vicino alla parte alta
della forchetta, cercando di collocare sui 7 miliardi".
 Non sembrano esserci particolari dubbi sull'andamento
dell'asta. "Prevediamo una buona accoglienza. Gli investitori
con le spalle cariche - come quelli asiatici - usano queste aste
in Europa per fare posizioni", dice un altro dealer.
 Negli ultimi giorni la curva ha avuto un buon movimento
nella parte lunga mentre il due anni sconta tassi molto bassi
che lo penalizzano. Avvicinandosi alle aste i movimenti si sono
tuttavia ridotti.
 "La parte lunga della curva è in affanno, l'asta pesa, ma in
un'ottica a medio termine è proprio questo settore che ha più
potenzialità per dare soddisfazioni", commenta un dealer.
 
======================= ORE 12,30 ============================
                                 PREZZI  VAR.    RENDIMENTO
  FUTURES BUND GIUGNO FGBLc1      124,40  (+0,60)
  BTP 2 ANNI  (FEB 11) IT2YT=RR*  102,88  (+0,06)     2,184%
  BTP 10 ANNI (MAR 19) IT10YT=TT  100,28  (-0,06)     4,514%
  BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=TT   92,83  (-0,34)     5,562%
========================= SPREAD (PB) ========================
                                        CHIUSURA PRECEDENTE
  TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     11                   3
  BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     82                  86
  BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    148                 143
  BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    178                 175
  BTP 2/10 ANNI*                     233                 227,6
  BTP 10/30 ANNI                     104,8               106,1
 
 * dati su schermi Reuters
===============================================================