Banche, Bini Smaghi chiede supervisione unificata

giovedì 12 febbraio 2009 11:17
 

BRUXELLES, 12 febbraio (Reuters) - La vigilanza complessiva e quella giornaliera delle banche devono essere combinate e la Banca centrale europea potrebbe svolgere un ruolo chiave in una singola istituzione di supervisione.

E' quanto afferma oggi Lorenzo Bini Smaghi, componente del consiglio Bce.

La peggiore crisi finanziaria nella storia dell'Unione europea ha reso obbligatorio un ripensamento su come le banche trasfontaliere, che rappresentano l'80% dei depositi dell'Unione a 27, debbano essere supervisionate.

"La crisi finanziaria ha colpito tutti i paesi europei. C'è un nuovo e ampio consensus secondo cui le lacune del quadro regolamentare e di supervisione sono alla radice del problema", ha spiegato Bini Smaghi di fronte al Parlamento europeo.

Le attività di supervisione prudenziale macro e micro - giorno per giorno - dovrebbero essere avvicinate, ha aggiunto.

Inoltre, "l'autorità macro deve avere accesso alle informazioni micro e viceversa. Questo scambio di informazioni potrebbe essere meglio raggiunto in una singola istituzione", ha sottolineato Bini Smaghi.

"Il rafforzamento del ruolo della Bce nel campo della supervisione ha alcuni importanti vantaggi che, a mio avviso, superano gli svantaggi", ha spiegato ancora.

La Commissione europea fornirà delle proposte per la riforma dell'attività di supervisione finanziaria che i leader Ue discuteranno a marzo.