March 11, 2009 / 3:37 PM / 8 years ago

PUNTO 2 - Crisi, a comitato stabilità focus su credito a Pmi

4 IN. DI LETTURA

(Aggiunge dati Banca d'Italia)

ROMA, 11 marzo (Reuters) - Si è concluso dopo 2 ore alle 16,00 circa il Comitato per la salvaguardia della stabilità finanziaria.

Alla riunione, presieduta dal ministro dell'Economia Giulio Tremonti, hanno partecipato il direttore generale di Banca d'Italia Fabrizio Saccomanni e la vice Anna Maria Tarantola (assente Mario Draghi per impegni internazionali), il direttore generale del Tesoro Vittorio Grilli, il presidente dell'Isvap Giancarlo Giannini e il presidente della Consob Lamberto Cardia.

Oggetto della riunione, secondo l'ordine del giorno, il rendiconto dell'attività di vigilanza condotta dalle Autorità e l'andamento del credito bancario, soprattutto alle piccole e medie imprese.

Gli ultimi dati Banca d'Italia sul credito relativi a gennaio mostrano un tasso sui 12 mesi ancora in crescita dell'8%. Scomponendo però il dato tra imprese piccole e medio-grandi emerge che per il primo aggregato la crescita è scesa dal 5-6% di luglio a poco più di zero a gennaio.

Dalla Bank lendind survey condotta nell'ambito dell'Eurosistema dal settembre 2007 emergono segnali che anche le condizioni di offerta di finanziamenti sono diventate progressivamente più stringenti.

I comportamenti più selettivi delle banche sono anche dettati dall'incremento degli incagli (difficoltà temporanee delle imprese a ripagare il debito) e delle sofferenze per la cattiva congiuntura.

Sempre secondo dati Bankitalia a fine 2008 gli incagli rappresentavano il 2% circa dei prestiti dall'1,5% circa di fine 2007. Le sofferenze, invece, sono passate da poco più dell'1% dell'ultimo trimestre 2007 al 2% dell'ultimo trimestre del 2008 e il trend del primo trimestre 2009 potrebbe essere ancora peggiore.

L'ordine del giorno del Comitato non citava i cosiddetti Tremonti bond per la ripatrimonializzazione delle banche, ma non è escluso che se ne sia parlato dopo che Banco Popolare BAPO.MI ha formalizzato la propria intenzione di farvi ricorso per un importo pari a 1,45 miliardi di euro.

Il Tesoro ha messo a disposizione per l'acquisto dei bond bancari speciali un plafond di 10-12 miliardi e, secondo Tremonti, tramite l'effetto leva di 1 a 15 le banche potranno utilizzare il nuovo strumento per aumentare il monte impieghi di 150 miliardi.

In pista per l'emissione dei bond ci sarebbero, oltre al Banco popolare, anche i primi tre istituti di credito italiani: Unicredit (CRDI.MI), Intesa-SP (ISP.MI) e Mps (BMPS.MI).

La strategia del Tesoro per garantire finanziamenti alle imprese punta anche sull'istituzione degli osservatori sul credito presso le prefetture, che saranno presentati dal ministro dell'Interno Roberto Maroni e da Tremonti in una conferenza stampa oggi alle 18.

Di credito e sostegno all'economia, i principali banchieri italiani avranno modo di parlare anche con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi che li ospiterà stasera a cena a Villa Madama.

Ieri il Cavaliere ha riconfermato la fiducia nella tenuta del sistema bancario italiano. Anche le banche che hanno acquisito titoli tossici attraverso acquisizioni all'estero, ha detto il premier, ne hanno in pancia per dimensioni non preoccupanti.

La fiducia degli italiani nelle proprie banche sembra confermata dai dati Banca d'Italia sugli investimenti delle famiglie che nei 12 mesi al settembre 2008 hanno puntato oltre 113 miliardi di euro in strumenti emessi dalle banche rispetto ai 40 miliardi registrati nei due anni precedenti.

L'incremento è stato particolarmente marcato per le obbligazioni bancarie: gli investimenti netti di questi prodotti sono stati pari a 65 miliardi di euro rispetto ai 13 miliardi dei due anni precedenti.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below