Auto, Bush vede possibilità per passaggio piano aiuti in Senato

giovedì 11 dicembre 2008 16:49
 

WASHINGTON, 11 dicembre (Reuters) - C'è "una possibilità" di raggiungere un accordo in Senato sul piano di salvataggio del settore auto Usa.

Lo ha detto la portavoce della Casa Bianca Dana Perino, spiegando che il presidente repubblicano uscente George Bush sta contattando i senatori in cerca del loro supporto per il pacchetto di aiuti a favore delle case automobilistiche.

E' stato il suo stesso partito, infatti, a minacciare di opporsi al passaggio della legislazione che dovrebbe concedere alle grandi di Detroit, duramente provate dalla crisi, aiuti da 14 miliardi di dollari.

"Riteniamo di poter raggiungere oggi questo accordo", ha concluso Perino.

Anche il democratico Harry Reid, leader della maggioranza in Senato, è intervenuto nel dibattito che sta influenzando i mercati mondiali.

"Se i Repubblicani hanno un'alternativa, ce la dicano", ha detto, aggiungendo di sperare che si svolga domani il voto di confronto sul piano di salvataggio.

Al Senato i Democratici hanno la maggioranza, ma non raggiungono da soli la soglia dei 60 seggi su 100 che assicurerebbe loro di aggirare l'ostruzionismo dell'opposizione.

Sul fronte repubblicano la battaglia è agguerrita. Il senatore Bob Corker ha affermato che molti Repubblicani vedrebbero con favore il fallimento delle case automobilistiche in crisi e ha proposto un proprio piano che include la possibilità di concedere il prestito soltanto a condizione che General Motors (GM.N: Quotazione) e Chrysler riducano il proprio debito di due terzi entro metà marzo.

(Redazione Milano, Reuters Messaging: roberta.giaconi.reuters.com@reuters.net, +39 02 66129743, milan.newsroom@news.reuters.com))

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano