Btp, lunghi in calo dopo asta ma permane trend positivo

giovedì 11 settembre 2008 17:20
 

 MILANO, 11 settembre (Reuters) - Il secondario italiano
archivia la seduta con andamento misto: calo dei lunghi, rialzo
dei brevi e conseguente irripidimento della curva. Sul
trentennale ha infatti avuto peso l'asta di oggi, mentre il due
anni è generalmente avvantaggiato dal generale clima di
preoccupaizone relativo all'economia.
 Malgrado cali che secondo i trader sono temporanei a da
attribuirsi prevalentemente a prese di profitto (il futures sul
Bund a ridosso della chiusura si muove in territorio negativo),
il trend generale resta positivo, con l'obbligazionario che trae
spunto dai timori relativi ai mercati finanziari e dalla
conseguente avversione al rischio. Come di consueto in questo
genere di situazioni, appaiono favoriti i 'core' rispetto ai
perifierci, che comunque godono della tonicità generale. 
 "Il trentennale è stato appesantito dall'asta di oggi, e il
mercato è molto volatile perché la liquidità è scarsa" dice un
trader. "I benefici arrivano dalla corsa ai titoli rifugio
dettata dai timori sull'azionario".
 L'attenzione del mercato è tornata a concentrarsi sui
problemi del credito, rinnovando l'avversione al rischio tra gli
operatori. Lehman Brothers ha comunicato ieri per il trimestre
una perdita superiore alle attese, indicando di voler precedere
a dismissioni di asset per raccogliere capitale. 
 "Il mercato dei titoli di stato continua a godere di un
trend positivo. Le dichiarazioni delle autorità europee fanno
infatti pensare a un rallentamento più pronunciato
dell'economia. Il fatto che l'euro si indebolisca dimostra
inoltre che c'è un certo apprezzamento della crisi economica"
dice un altro trader. 
 I titoli offerti oggi hanno registrato una buona domanda in
asta.
 "Le aste hanno registrato una buona domanda" dice Giuseppe
Maraffino di Unicredit Mib. "C'è da dire che questa
probabilmente è l'ultima apertura del titolo a 5 anni in questa
scadenza. Inoltre il trentennale non veniva aperto dalla scorso
maggio ed è stato offerto per un ammontare relativamente basso.
Entrambi questi fattori hanno spinto la domanda".
 Il titolo a 5 anni, scadenza 15 aprile 2013 offerto per 2,5
miliardi, ha visto il rendimento scendere al 4,38% da 4,46%
dell'asta di maggio e il prezzo salire a 99,66 da 99,30. Il
bid-to-cover è stato pari a 1,48 da 1,45.
 Il trentennale, offerto per 2 miliardi, ha invece registrato
un bid-to-cover pari a 1,452 da 1,39, con un tasso però in
rialzo al massimo da maggio 2004, a 5,20% da 5,14%.
 
======================== QUOTAZIONI 17,20=======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND SETTEMBRE    FGBLZ8   114,79   (-0,15)
BTP 2 ANNI (AGO 10)     IT2YT=RR   100,52   (+0,04)     4,244%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=RR    98,44   (-0,11)     4,753%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=RR    82,90   (-0,61)     5,219%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                           CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     44                41 
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     39                22
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     67                66
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     60                60
BTP 2/10 ANNI                       50,9              47,2
BTP 10/30 ANNI                      46,6              44,6
================================================================