Btp limano calo grazie a perdite borse, ma sale spread su Bund

martedì 11 novembre 2008 17:43
 

 MILANO, 11 novembre (Reuters) - La correlazione inversa con
borse in peggioramento riporta in positivo l'obbligazionario
europeo nel pomeriggio, ma la fuga dal rischio lascia indietro i
Btp che, pur risalendo dai minimi di seduta, perdono terreno
rispetto ai titoli di riferimento europei.
 Spinto ai massimi giornalieri da una flessione dei listini
azionari europei che a Piazza Affari .SPMIB supera il 6% nelle
battute conclusive, il future Bund FGBLZ8 si muove in ogni
caso su volumi ridotti ai minimi termini.
 "Pochi volumi e poco di tutto", sintetizza un trader. "Poche
idee e molta poca liquidità su questo mercato, che si limita a
guardare alle borse".
 A dominare la scena in assenza di spunti significativi sono
i collocamenti di nuova carta. Domani è la volta del nuovo
decennale tedesco 4 gennaio 2019, cedola 3,75%, cui seguiranno
giovedì le aste italiane a medio-lungo termine.
 La chiusura di posizioni in vista del collocamento del nuovo
Bund ha pesato oggi sullo spread Italia-Germania, in ampliamento
di tre punti base sui dieci anni dopo che ieri un movimento di
assottigliamento l'ha portato fino al minimo intraday di 86.
 Il Tesoro italiano offrirà giovedì tra i 2,5 e i 3,5
miliardi di euro dei Btp primo febbraio 2013 e primo febbraio
2037, oltre a 1-1,5 miliardi del Btp primo agosto 2039.
 Sotto pressione sul mercato i titoli oggetto di riapertura.
I trader sottolineano come non sorprenda la scelta di via XX
Settembre di riaprire un titolo off-the-run con scadenza 2013,
dato il momento poco propizio all'atteso lancio di un nuovo Btp
cinque anni.
 "Non ci ha sorpreso più di tanto l'assenza del (nuovo) 5
anni. Ci può stare che quello in emissione sia arrivato al
capolinea e questo non è il momento di farne uno nuovo".
 In mattinata invece il Tesoro ha assegnato Bot a 3 e 12 mesi
in un'asta che ha confermato l'interesse degli investitori per
il titolo più breve. A dispetto della domanda vivace, il tasso
lordo del Buono trimestrale è salito a 2,793% da 2,354%,
complice il quantitativo offerto. 
 "La quantità del tre mesi era ben tarata sulle aspettative
di richiesta", commenta un operatore. "Nelle ultime aste si è
assistito a un rafforzamento della domanda e il Tesoro ne ha
tenuto conto".
 Minore invece, secondo gli operatori, l'attrattiva del
titolo annuale, che risente dell'inclinazione negativa della
curva dei rendimenti. Attualmente al 3,25%, i tassi di
riferimento dell'area euro sono visti al 2,0% tra un anno.
 Il Buono annuale ha registrato pertanto una discesa del
rendimento d'asta sotto il 3% - a 2,636% da 3,062% - ai minimi
da novembre 2005.
 Dell'annuale il Tesoro ha offerto 6 miliardi, in linea alle
scadenze, mentre del trimestrale sono stati collocati 4,5
miliardi, un miliardo in più rispetto al totale in scadenza.
 
====================== QUOTAZIONI 17,30 =======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    118,01   (+0,14)  
BTP 2 ANNI (AGO 10) *   IT2YT=TT   102,21   (+0,01)     3,183%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=TT    99,36   (-0,44)     4,634%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=TT    84,58   (-1,07)     5,091%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                          CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5      0                 14
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     86                 83
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     95                 92
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     84                 79
BTP 2/10 ANNI*                     145,1               140,6 
BTP 10/30 ANNI                      45,7                43,3
=================================================================    
 * quotazioni tratte dagli schermi Reuters sul 2 anni che non
ha registrato alcuno scambio su Mts.