MONETARIO - Cosa succede oggi lunedì 15 giugno

lunedì 15 giugno 2009 07:36
 

* Dopo l'intervento di Draghi in veste di presidente del Financial Stability Board al G8 di Lecce, in cui ha sottolineanto l'importanza dell'urgenza di grossi progressi su nuove regole, oggi a Francoforte la Bce presenta 'Financial Stability Review 2009' cui seguirà la conferenza stampa di Papademos (15,00).

* Il G8 finanziario ieri ha riconosciuto che le economie avanzate sono oggi più stabili, ma ha sottolineato che la ripresa rimane soggetta a rischi significativi e ha richiamato l'attenzione su un possibile aumento della disoccupazione.

* Ieri il giornle francese Les Echo ha scritto che la Francia sta progettando di varare un pacchetto di stimolo da 3,5 miliardi di euro per il 2010 e si sta preparando ad aumentare le sue stime per il deficit pubblico del 2009.

* Inizia il collocamento del bond Eni a 6 anni destinato alla clientela retail per un valore complessivo di un miliardo di euro, estendibile fino a due in caso di forte domanda. Scaroni si aspetta richieste per almeno 1,5 miliardi.

* Dopo una settimana di dati contrastanti, con il Pil visto a -3,8% nel primo trimestre e la produzione industriale di aprile rivista in rialzo congiunturale del 5,9%, sarà il turno della Banca del Giappone, nei due giorni di riunione di politica monetaria, di tracciare il quadro economico del paese. Le attese dei mercati finanziari sono per tassi invariati sull'attuale minimo di 0,10% per il riferimento sull'overnight.

* Il greggio è in calo sulla piazza asiatica, stornando ulteriormente dal massimo di otto mesi, sebbene i dealer continuino a guardare attentemente le evoluzioni delle reazioni ai risultato del voto elettorale in Iran che anche durante la notte ha scatenato violenze. Il contratto a luglio sul greggio Usa è a 71,27 dollari in calo di 78 centesimi, lo stesso contratto sul Brent è a 70,15 dollari in calo di 77 centesimi.   Continua...