Btp, brevi tonici su avversione al rischio, buona domanda aste

giovedì 11 settembre 2008 13:03
 

 MILANO, 11 settembre (Reuters) - Sui titoli di Stato europei
continua a regnare un certo vigore, alimentato dai timori
relativi ai mercati finanziari e dalla conseguente avversione al
rischio. Come di consueto in questo genere di situazioni,
appaiono favoriti i 'core' rispetto ai perifierci, che comunque
godono della tonicità generale. I Btp a lunga scadenza appaiono
in calo, ma secondo gli operatori si tratta di mere prese di
profitto.
 "Il mercato dei titoli di stato continua a godere di un
trend positivo. Le dichiarazioni delle autorità europee fanno
infatti pensare a un rallentamento più pronunciato
dell'economia. Il fatto che l'euro si indebolisca dimostra
inoltre che c'è un certo apprezzamento della crisi economica"
dice un trader. 
 "I Btp non brillano, ma il trend generale è di rialzo. Ci
sono poi nella seduta momenti di consolidamento o di prese di
profitto" precisa. "Il momentaneo calo dei titoli a lunga
scadenza è infatti da attribuirsi a prese di beneficio".
 Il Btp di riferimento a due anni è infatti in rialzo mentre
i benchmark a dieci e a trent'anni appaiono in calo. 
 "Si tratta di movimenti momentanei e non significativi.
D'altronde se il calo dell'euro non lascia spazio al momento per
un taglio dei tassi, la crisi pone un freno a qualunque idea di
stretta e apre a tagli futuri" dice ancora il trader. 
 L'attenzione del mercato è tornata a concentrarsi sui
problemi del credito, rinnovando l'avversione al rischio tra gli
operatori. Lehman Brothers ha comunicato ieri per il trimestre
una perdita superiore alle attese, indicando di voler precedere
a dismissioni di asset per raccogliere capitale.
 
 BUONA DOMANDA AD ASTE BTP
 Buona la domanda in asta nei collocamenti di oggi.
 "Le aste hanno registrato una buona domanda" dice Giuseppe
Maraffino di Unicredit Mib. "C'è da dire che questa
probabilmente è l'ultima apertura del titolo a 5 anni in questa
scadenza. Inoltre il trentennale non veniva aperto dalla scorso
maggio ed è stato offerto per un ammontare relativamente basso.
Entrambi questi fattori hanno spinto la domanda".
 Il titolo a 5 anni, scadenza 15 aprile 2013 offerto per 2,5
miliardi, ha visto il rendimento scendere al 4,38% da 4,46%
dell'asta di maggio e il prezzo salire a 99,66 da 99,30. Il
bid-to-cover è stato pari a 1,48 da 1,45.
 Il trentennale, offerto per 2 miliardi, ha invece registrato
un bid-to-cover pari a 1,452 da 1,39, con un tasso però in
rialzo al massimo da maggio 2004, a 5,20% da 5,14%.
 
======================== QUOTAZIONI 13,00=======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND SETTEMBRE    FGBLZ8   114,97   (-0,06)
BTP 2 ANNI (AGO 10)     IT2YT=RR   100,49   (+0,04)     4,244%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=RR    98,51   (-0,04)     4,744%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=RR    83,25   (-0,26)     5,191%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                           CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     43                41 
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     36                22
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     68                66
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     60                60
BTP 2/10 ANNI                       50,0              47,2
BTP 10/30 ANNI                      44,7              44,6
================================================================