Btp in calo su ripresa borse, forti richieste per asta Bot

mercoledì 11 marzo 2009 13:25
 

 MILANO, 11 marzo (Reuters) - Il secondario italiano a metà
seduta è in lieve calo sulla ripresa delle borse, in una
mattinata in cui i dealer italiani sono stati impegnati nelle
aste sui Bot, che hanno visto un buon andamento.
 Nonostante i rendimenti dei Bot ai minimi da almeno gli anni
'80 (prima dei quali le aste non venivano tenute con cadenza
sistematica) lo strumento a brevissimo continua ad essere 
cavalcato dagli investitori avversi al rischio, cosicchè le
richieste sono state consistenti alle aste, in particolare sul
Bot a 3 mesi, scadenza 15 giugno 2009.
 Sempre sul fronte dell'offerta, stamane era in agenda anche
l'asta del nuovo Schatz a due anni tedesco che è stata
festeggiata dagli analisti come un successo, nonostante la
Bundesbank abbia trattenuto ben 1,675 miliardi degli 8 miliardi
offerti, assegnandone 6,325 miliardi. Ha soddisfatto il livello
di domanda, pari a oltre 13 miliardi, con un bid-to-cover a 2,1.
  Un dealer italiano corregge però il tiro: "il mercato
attualmente non è tutto pro-Germania", dice. "Nelle ultime
due-tre aste è diventata quasi una regola collocare meno di
quanto inizialmente offerto, a causa dei rendimenti tedeschi
troppo bassi".
 Dal punto di vista del differenziale tra i rendimenti del
decennale italiano con la controparte tedesca, l'Italia continua
a guadagnare terreno sulla Germania. Stamane lo spread tra il
rendimento del Btp marzo 2019 e bund gennaio 2019 è a 145 pb
stringendo ancora 2 pb da ieri dopo che venerdì era a 154 pb.
 "C'è un po' di pressione sui titoli tedeschi. Il
restringimento dello spread a cui assistiamo è dovuto
prevalentemente al movimento della Germania, mentre l'Italia
resta sostanzialmente ferma al palo", dice un dealer.
 In una seduta priva di grandi spunti sul fronte
macroeconomico, l'attenzione si concentra adesso sulle aste di
titoli a medio e lungo termine di venerdì prossimo. Ieri sera il
Tesoro ha annunciato l'ammontare dei titoli che saranno messi in
offerta, risultati ampiamente in linea con le attese: tra i 2,5
e i 3,5 miliardi per il Btp a 5 anni - scadenza 15 dicembre 2013
-, da 750 milioni a 1,5 miliardi per il Btp a 30 anni - scadenza
1 agosto 2039 - e complessivi 1,75-2,5 miliardi per due Btp non
più in corso di emissione, scadenza 1 agosto 2016 e 1 agosto
2034.
 "L'ammontare che sarà messo in offerta è addirittura
leggermente più basso di quanto ci aspettassimo", commenta un
dealer. "Non prevediamo nessun problema di collocamento".
 
 ASTE DEI BOT: BUONA DOMANDA NONOSTANTE RENDIMENTI AI MINIMI
 Nelle aste di stamane sui Bot 15 giugno 2009 e 15 marzo 2010
i rendimenti, scesi a nuovi minimi da almeno gli anni '80, non
hanno frenato la corsa agli acquisti.
 "Le aste sono andate bene: il bid-to-cover è stato
incoraggiante specialmente sul 3 mesi", dice un dealer. "Con i
tassi a questo livello è scesa un po' la domanda della
clientela, ma non in modo drammatico".
 In mattinata sono stati collocati 4,5 miliardi del Bot 15
giugno 2009 e 7,5 miliardi del Bot 15 marzo 2010.
 I rendimenti, rispettivamente a 1,079% e 1,315%, sono ai
minimi storici, complice anche l'ultimo taglio dei tassi di
interesse da parte della Bce lo scorso 5 marzo.
 L'ultimo taglio ha portato il tasso di riferimento al minimo
record dell'1,5% e il tasso sui depositi allo 0,5%. "E' per
questo che i rendimenti dei Bot non sono mai stati così bassi e
ci aspettiamo che scendano ancora nelle aste del prossimo mese",
si legge in una nota compilata dagli strategist di Unicredit.
Con l'azionario ballerino, inoltre, i Bot si confermano un
buon investimento difensivo, come hanno mostrato gli alti
bid-to-cover a 2,035 per il 3 mesi e 1,35 per il 12 mesi.
 "Anche le Tesorerie hanno trovato l'offerta interessante",
dice un dealer. Il tre mesi mostra infatti un rendimento di 35
pb sopra il tasso Eonia corrispondente e quello annuale a 46 pb.
 Particolarmente apprezzato il 3 mesi che, subito dopo
l'asta, è scambiato a un prezzo leggermente più alto rispetto a
quello a cui è stato assegnato.
 
======================= ORE 12,55 ============================
                                 PREZZI  VAR.    RENDIMENTO
  FUTURES BUND GIUGNO FGBLc1      123,68  (-0,81)
  BTP 2 ANNI  (FEB 11) IT2YT=RR*  102,83  (-0,06)     2,216%
  BTP 10 ANNI (MAR 19) IT10YT=TT  100,19  (-0,35)     4,526%
  BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=TT   92,90  (-1,24)     5,557%
========================= SPREAD (PB) ========================
                                        CHIUSURA PRECEDENTE
  TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5      6                   1
  BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     82                  84
  BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    144                 147
  BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    185                 175
  BTP 2/10 ANNI*                     231                 233,2
  BTP 10/30 ANNI                     103,1                96,8
 
 * dati su schermi Reuters
===============================================================