11 novembre 2008 / 12:18 / 9 anni fa

Monetario chiude oggi periodo rob, attenzione a fine tuning oggi

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Il mercato interbancario si sta preparando a chiudere oggi il periodo di mantenimento della riserva e si trova con un eccesso di fondi stimato dai tesorieri in circa 300 miliardi.

La Bce ha già annunciato che interverrà nel pomeriggio (alle ore 15,00) con un‘operazione fine tuning di drenaggio, con un‘asta a tasso variabile al tasso massimo del 3,75%, senza limite all‘ammontare.

“Le banche hanno due alternative oggi: consegnare i fondi al fine tuning nel primo pomeriggio, oppure aspettare la fine della giornata e mettere a deposito i fondi presso la Bce” dice un tesoriere. “Dipende da quanto sarà chiara la situazione dei conti nel primo pomeriggio: potrebbe essere più cauto attendere la sera prima di dare via fondi che potrebbero invece servire”.

Il tasso delle due standing facilities, così come quello del rifinanziamento principale, verrà ridotto da domani di 50 punti base, in conseguenza della decisione presa dal board della Bce lo scorso giovedì: i depositi avranno un tasso del 2,75% e i finaziamenti del 3,75%.

Ieri è sceso ulteriormente il ricorso ai depositi overnight presso la Bce, ancora al tasso del 3,25%, a 209,483 miliardi dai 225,501 miliardi del gionro precedente e ben sotto il massimo storico toccato giovedì scorso a 297,424 miliardi.

Sono cresciuti invece i finanziamenti overnight al tasso del 4,25%, a 11,409 miliardi dagli 8,441 mld di ieri.

Oggi il tasso overnight - in relazione alla chiusura del periodo e al tasso proposto per l‘operazione fine tuning - è salito a metà giornata attorno al 3,75% da Eonia ieri 3,453%.

Invece i contratto tom e spot next vengono indicati dai broker attorno al 3% poichè vi cade l‘effetto della riduzione da domani del tasso di riferimento al 3,25%.

TASSI EURIBOR TRE MESI A MINIMO DA FEBBRAIO

Le pressioni sui tassi continuano comunque a diminuire, come si vede sia dalla costanza del calo del tasso euribor, sia dal restringimento dello spread tra questo e il tasso Eonia swap.

Il tasso euribor oggi ha segnato un nuovo calo al fixing, seguendo il trend iniziato all‘inizio di ottobre, quando è iniziata la nuova ondata di finanziamenti da parte delle banche centrali.

L‘Euribor a tre mesi EURIBOR3MD= è stato fissato oggi a 4,343%, il minimo dopo il 4,340% dello scorso 13 febbraio, secondo gli schermi Reuters, da 4,406% del fix di ieri.

Allo stesso modo, si è ristretto anche lo spread tra questo tasso e l‘Eonia swap, che viene visto come il prezzo per il rischio-liquidità imposto dalle banche quando prestano fondi alle loro controparti.

Il tasso dell‘Eonia swap a tre mesi è stato fissato stamane a 2,728% da a 2,771% ieri, per il cui lo spread tra i due tassi si è attestato oggi a 161,5 da 163,5 pb ieri.

Sulla strip Euribor i derivati sono poco mossi, continuando a prezzare una riduzione di altri 50 punti base alla prossima riunione delle Bce di dicembre.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below