Btp in rialzo su parte breve curva, spread stringe ancora un po'

mercoledì 10 dicembre 2008 17:52
 

 MILANO, 10 dicembre (Reuters) - Il mercato obbligazionario
europeo archivia una seduta nervosa, che ha ruotato attorno
all'asta dei Bot a 3 e 12 mesi e degli Schatz.
 I Btp, in lieve rialzo sulla parte breve e in leggero calo
sulla lunga, hanno proseguito il trend inaugurato a inizio
settimana, recuperando complessivamente altro terreno contro il
Bund, con il risultato che lo spread fra i decennali italiano e
tedesco si è ulteriormente ridotto, scendendo fino a 124-125
punti base.
 Interessante, segnala un trader, "il movimento della curva
dei rendimenti dei Btp, che si è appiattita in mattinata, per
poi irripidirsi" dopo l'asta dei Bot.
 Ma, aggiunge il trader, alla luce della scarsa liquidità che
caratterizza da tempo il mercato, "basta un flusso consistente
per orientare la curva".
 Cresce l'attesa per l'asta di Btp di venerdì prossimo. Ieri,
il Tesoro ha comunicato i quantitativi in offerta: da 750
milioni a 1,5 miliardi di euro della sesta tranche del Btp
agosto 2023, da 1,5 a 2,5 miliardi di Btp off-the-run con
scadenze 2012 e 2014.
 I Btp che sono oggetto dell'asta, dicono gli operatori, sono
sotto pressione da diversi giorni.
 Lo Schatz, infatti, è stato collocato a un tasso medio del
2,23%, in deciso calo rispetto al 3,03% dell'asta dell'ottobre,
mentre il Bot annuale ha visto il rendimento scendere al 2,633%,
minimo dal novembre 2005, e il Bot a tre mesi ha registrato un
rendimento del 2,464%, punto più basso dallo scorso ottobre.
 Gettando uno sguardo oltre Atlantico, ieri si è verificato
un evento insolito: l'asta dei Treasury trimestrali ha
registrato un rendimento inferiore allo zero.
 Un dealer spiega il fenomeno con il fatto che "gli
investitori, alla ricerca disperata di porti sicuri, sono
disposti a rinunciare anche a un tasso minimo".
 Del resto, aggiunge il dealer, "tenere i soldi in banca non
è più sicuro, perché si rischia di perderli... meglio le
obbligazioni statali".
 Si tratta, secondo il dealer, di un trend tipicamente
americano, che, "almeno per ora", non corre il rischio di essere
replicato in Europa. Peraltro, conclude l'operatore, "le aste di
oggi hanno evidenziato che i rendimenti sono compressi" sui
titoli del Vecchio Continente.
 
==================== QUOTAZIONI 17,30 ==========================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND MARZO     FGBLc1      122,46   (+0,29) 
BTP 2 ANNI (AGO 10)    IT2YT=TT    102,06   (+0,11)     3,211%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=TT   100,23   (-0,22)     4,519%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=TT    84,31   (-0,46)     5,114%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                          CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     50                  46
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     96                 102
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    126                 130
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    141                 146 
BTP 2/10 ANNI                      130,8               127,6
BTP 10/30 ANNI                      59,5                57,5
=================================================================