Btp,mercato sostenuto ma spread si allarga,attesa risultati aste

martedì 10 febbraio 2009 12:18
 

 MILANO, 10 febbraio (Reuters) - Il mercato obbligazionario è
in rialzo, con acquisti di investitori provenienti dalle borse
in calo o di chi è rimasto deluso dai dati di bilancio di Ubs
UBSN.VX o dai dati macro deboli. La salita tuttavia è limitata
dall'attesa delle aste di oggi nella zona euro. Lo spread di
rendimento sui decennali dei periferici è tornato ad allargarsi,
con quello relativo all'Italia che quota 116 pb.
 Il tratto a breve della curva resta il più richiesto,
cosicchè il differenziale di rendimento rispetto al 10 nni è
tornato ad allargarsi ai massimi dall'introduzione dell'euro.
 "Il trend del mercato è al rialzo, probabilemnte per via del
calo delle borse o da acquisti rifugio dai dati brutti di UBS o
dai dati della produzione industriale deboli" dice un dealer. Ma
il trend non sembra avere coerenza con altri mercati, come
quello dei Cds che indica la percezione del rischio e che è in
restringimento oggi. 
 "Se l'indice iTraxx stringe, non si dovrebbero vedere
acquisti rifugio, nè cedimenti dei periferici" dice un altro.
"E' un mercato confuso che sta cercando una direzione e una
convinzione, con l'aggravante di avere pochissimi scambi che
deformano il mercato".
 Lo spread di rendimento tra il Btp marzo 2019 e il bund
gennaio 2019, che ieri si era stretto fino a 110 punti base,
minimo dallo scorso 26 novembre, oggi viene scambito tra 113 e
116 pb.
 Oggi sono in corso le aste su 5 mld del nuovo decennale
olandese, oltre alla riapertura del 2020 austriaco e al
decennale inglese. "In altri momenti questi tipi di aste non
avrebbero condizionato il mercato, ma in questo momento di
fortissima offerta di nuova carta, i risultati delle aste a
medio-lungo sono indicatori della tenuta del mercato" dice un
analista.
 La produzione industriale di dicembre in Italia ha mostrato
un calo del 2,5%, contro attese di un -2%. L'analogo dato
francese ha visto un calo dell'1,8%, meglio delle attese di un
-1,9%. 
 La principale attesa del pomeriggio è per l'annuncio del
piano di aiuti per il settore bancario Usa, "ma mi sembra che, a
parte qualche possibile reazione momentanea, il mercato non
possa muoversi più di tanto in quanto il piano è già nei prezzi"
dice un dealer.
 Il differenziale di rendimento tra il Btp a 2 anni e quello
a 10 anni segna oggi un record di 233 pb, rivedendo il massimo
dall'introduzione dell'euro già registrato all'inizio della
scorsa settimana.
 
============================ ORE 12,00 ======================
                                 PREZZI  VAR.    RENDIMENTO
  FUTURES BUND MARZO FGBLc1       122,08  (+0,36)
  BTP 2 ANNI  (FEB 11) IT2YT=TT*  103,01  (+0,14)     2,191%
  BTP 10 ANNI (MAR 19) IT10YT=TT  100,06  (-0,06)     4,543%
  BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=RR   96,85  (-0,31)     5,275%
======================== SPREAD (PB) =======================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
  TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     42                  35
  BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     74                  82
  BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    116                 113  
  BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    138                 136
  BTP 2/10 ANNI                    * 235,2                 --
  BTP 10/30 ANNI                      73,2               71,4 
  
 * Il titolo a  2 anni è stato scambiato su Mts. Le
quotazioni derivano da schermi Reuters.
==============================================================