Sanità, Campania diffida governo, chiede 1,8 mld - Bassolino

venerdì 10 luglio 2009 18:30
 

NAPOLI, 10 luglio (Reuters) - La regione Campania ha notificato oggi due atti di diffida e di costituzione in mora con le quali invita il governo a pagare entro 10 giorni risorse non ancora trasferite del valore di circa 1,8 miliardi di euro.

Lo ha annunciato in conferenza stampa il governatore Antonio Bassolino.

"Si tratta di cifre che non comprendono interessi maturati e il risarcimento per il maggior danno patito. In definitiva lo Stato sin dal 2006 non versa alla Campania quanto le è dovuto ed ha così creato una indisponibilità di cassa per oltre 1,77 miliardi", ha detto Bassolino.

Il primo atto si riferisce a un credito di 810,69 milioni di euro relativo a risorse spettanti per Irap e Irpef degli anni 2007-2008 non ancora trasferite. Il secondo atto si riferisce a un credito di 966,430 milioni costituito da accantonamento su fondi del Servizio sanitario nazionale mai versati per gli anni 2006-2008.