MONETARIO - Cosa succede oggi giovedì 10 settembre

giovedì 10 settembre 2009 07:35
 

* Dai dettagli Istat sul prodotto interno lordo del secondo trimestre, in cui la congiuntura ha frenato al ritmo di 0,5% sui primi tre mesi dell'anno e 6,0% rispetto allo stesso periodo del 2008, gli analisti cercheranno di trarre qualche indicazione sulle prospettive per il resto dell'anno. Secondo gli analisti interpellati da Reuters, nei tre mesi al 30 giugno scorso sarebbe stata la spesa pubblica a dare il maggior contributo al lieve miglioramento del clima economico.

* Il membro del consiglio direttivo della Bce Erkki Liikanen ha detto stamani ad un'emittente finlandese che sembra che l'economia della zona euro abbia già toccato il fondo e che ci sia qualche sviluppo leggermente positivo in vista l'anno prossimo.

* Gli ordinativi di macchinari giapponesi hanno toccato a luglio un minimo record, diminuendo del 9,3% dopo l'incremento di 9,7% visto a giugno, quando gli ordinativi sono aumentati per la prima volta in quattro mesi. Le attese erano di una contrazione del 3,5%.

* Sempre in Giappone, anche l'indice "cgpi", che misura i prezzi all'ingrosso, ad agosto ha mostrato, come a luglio, una discesa record dell'8,5% su anno, restando invariato su mese. La contrazione risulta leggermente superiore alle stime di mediana di -8,4%.

* Quarta seduta di rally per le quotazioni del petrolio con il derivato Nymex CLc1 che supera i 72 dollari al barile in rialzo di circa 80 centesimi e quello sul Brent londinese LCOc1 che sale di circa 60 cents a 70,4 dollari. I prezzi sono stati sostenuti dagli ultimi dati sulle scorte e dalle rassicurazioni giunte dalla riunione dell'Opec che si è chiusa ieri.

  Continua...