Finanziaria 2009, via libera della Camera, è legge

venerdì 19 dicembre 2008 14:10
 

ROMA, 11 dicembre (Reuters) - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva la Finanziaria 2009, che diventa così legge.

Dopo l'ok del Senato di giovedì scorso, il testo è tornato a Montecitorio in terza lettura ed è stato licenziato senza modifiche.

La Finanziaria del prossimo anno, oltre a recepisce gli effetti della manovra triennale varata prima della pausa estiva dal governo, prevede nuovi interventi per oltre 7 miliardi distribuiti in larga parte a favore del rinnovo dei contratti del pubblico impiego (5-6 miliardi) e della Cig in deroga.

NOVITA' INTRODOTTE DAI PARLAMENTARI

Le novità introdotte durante l'esame in Parlamento riguardano principalmente l'ammorbidimento del Patto di stabilità interno, l'estensione del divieto per regioni e comuni di stipulare derivati fino a tutto il 2009, la destinazione di almeno l'85% dei fondi Fas (Fondo aree sottoutilizzate) al Mezzogiorno, l'aumento dei fondi per la Cassa integrazione in deroga.

MENO VINCOLI PER GLI ENTI LOCALI; NUOVO STOP AI DERIVATI

Sia alla Camera che al Senato il governo ha nuovamente allentato la disciplina del Patto di stabilità interno per gli enti locali. Non sono previste sanzioni per chi sfora i saldi investendo in infrastrutture anche se le opere dovranno essere autorizzate dal Tesoro.   Continua...