Monetario, tassi in risalita e più depositi con fine mese rob

martedì 10 marzo 2009 12:31
 

MILANO, 10 marzo (Reuters) - Come nei mesi scorsi, le banche della zona euro si presentano all'appuntamento con la chiusura del mese rob mettendo più fondi a deposito overnight.

Ma, secondo un tesoriere, il drenaggio di questo pomeriggio dovrebbe assorbire 130-140 miliardi a fronte di un'eccedenza di fondi per 180-190 miliardi, abbassando a circa 40-50 miliardi l'ammontare che verrà depositato questa sera presso la Banca Centrale Europea dopo i circa 157 miliardi di ieri.

Per tirare le fila della situazione della liquidità nella zona euro bisognerà aspettare i risultati del p/t a tre e sei mesi domani anche se, secondo il tesoriere, già si può prevedere un ridimensionamento della liquidità in eccesso rispetto ai 200 miliardi di dicembre.

Intanto, complessivamente, con le aste a sette e 28 giorni sono stati confermati gli importi in scadenza. La Bce ha collocato, nel primo caso, 227,701 miliardi e, nel secondo, 128,189 miliardi.

In attesa che entri in vigore domani il nuovo riferimento dell'1,5% deciso settimana scorsa dalla Bce, i tassi giorno a giorno risalgono rispetto a ieri in area 1,2% e anche la media Eonia oggi dovrebbe essere fissata in rialzo all'1,34%, secondo il tesoriere. Ieri la media a cui hanno luogo overnight tutte le transazioni unsecured sul mercato interbancario è scesa ancora all'1,243% (dall'1,261%) tra scambi sottili intorno ai 40 miliardi (panel).

La circolazione di fondi sull'interbancario resta al lumicino per il persistere della diffidenza fra gli istituti di credito, come è evidente anche dal premio al rischio di controparte espresso dal differenziale fra il tasso Euribor a tre mesi (oggi all'1,687%) e l'Eonia Swap (oggi allo 0,748%): tale spread, che in tempi normali non supera i 10 punti base, resta intorno ai 94 punti base.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.

Derivati in rialzo sulla curva Euribor nel giorno in cui il membro del board Bce Lorenzo Bini Smaghi ha detto che Francoforte è pronta ad abbassare i tassi fino a zero se le condizioni economiche peggiorassero ulteriormente.

Intorno alle 12,20 il contratto a giugno FEIM9 è a 98,480 (+0,020), settembre FEIU9 è a 98,430 (+0,015) e dicembre a 98,265 (+0,005).