General Motors, 60,8% capitale del governo, 11 mld debiti Usa

venerdì 10 luglio 2009 15:23
 

DETROIT, 10 luglio (Reuters) - La maggioranza del capitale della nuova General Motors GMGMQ.PK, pari a una quota del 60,8%, sarà in mano al dipartimento al Tesoro Usa.

La nuova casa automobilistica, che esce oggi dalla procedura fallimentare grazie all'accordo con il governo Usa, si presenta con un bilancio più forte che comprende circa 11 miliardi di dollari di debito negli Usa.

Il 10% delle azioni rimane in mano alla vecchia General Motors. Al momento la nuova società non sarà quotata in borsa ma l'intenzione è di riportarla sul mercato appena possibile.

Edward Whitacre assume la carica di presidente del consiglio, di cui farà parte un certo numero di nuovi amministratori. Vicepresidente è Bob Lutz.

Obiettivo rimane ripagare i debiti entro il 2015, anche se la società punta a farlo molto prima.

Infine, le controllate al di fuori degli Stati Uniti, che entrano a fare parte del nuovo gruppo, continueranno a essere operative, senza alcuna interruzione.