Monetario ancora sottile, tassi in discesa, liquidità abbondante

mercoledì 10 dicembre 2008 12:39
 

MILANO, 10 dicembre (Reuters) - Gli scambi sul mercato interbancario restano sottili nel primo giorno del nuovo periodo di mantenimento della riserva con i tassi in decisa discesa rispetto a ieri perchè oggi entra in vigore il nuovo tasso ufficiale del 2,5%.

"Anche oggi il denaro non circola, i tassi viaggiano tra i livelli ufficiali e quelli dei depositi", fa notare un tesoriere. Con due operazioni di rifinanzimento oggi la Bce ha collocato fondi a tre e sei mesi per quasi 100 miliardi di euro.

"La liquidità a domani è più del doppio della riserva dovuta", commenta il tesoriere.

Come atteso, i depositi marginali presso la Bce si sono fortemente ridotti ieri, ultimo giorno del periodo di mantenimento della riserva, perchè le banche della zona euro hanno approfittato dei tassi più elevati del fine-tuning con cui l'istituto di Francoforte ha drenato 137,456 miliardi di euro a fronte di fondi offerti per 152,655 miliardi.

I depositi overnight, risultati ieri pari a 123,023 miliardi restano tuttavia elevati in termini reali. Da oggi il corridoio fra le due standing facility scenderà al 2-3% dopo che la Bce ha abbassato i tassi di interesse giovedì scorso (e il tasso di riferimento della Bce in vigore al 2%).

Sul mercato Mid dei grandi tagli l'overnight quota solo in denaro e non in lettera al 2,45%, mentre su quello dei tagli più piccoli viaggia appena sopra il riferimento a 2,55/65%. Fuori dai circuiti dei broker l'o/n è tuttavia indicato a 2,10/35%. Ieri l'Eonia è stato fissato in rialzo al 2,941% rispetto al 2,867% del giorno precedente.

Scende ancora leggermente stamani a circa 131 punti base lo spread tra il tasso Euribor a tre mesi (oggi al 3,376%), cioè fra quello a cui effettivamente vengono pagati i fondi dati in prestito alle controparti bancarie e la stessa scadenza sul derivato Eonia (oggi al 2,068%), più aderente al livello del tasso ufficiale.

Sulla curva Euribor 2009 i derivati viaggiano in rialzo con il futures a marzo che sale di 0,060 a 97,275 e quello a giugno avanza di 0,050 a 97,440.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.