Banche Italia ben patrimonializzate, pressioni su ricavi - S&P's

venerdì 10 ottobre 2008 16:01
 

MILANO, 10 ottobre (Reuters) - Il sistema bancario italiano è adeguatamente patrimonializzato e "relativamente stabile" sotto il profilo del rischio di credito secondo l'agenzia Standard & Poor's, che vede tuttavia pressioni sui ricavi alla luce della brusca frenata della crescita.

In un contesto di grandi pressioni sulla liquidità, le banche italiane per S&P "sono messe relativamente meglio". "Il sistema italiano è relativamente stabile sotto il profilo del rischio di credito", dice in un'intervista a Reuters l'analista dell'agenzia Alberto Buffa di Perrero.

In Italia, sottolinea l'analista, il rischio di credito è comunque strutturalmente più alto che altrove a causa di un tessuto produttivo fatto di piccole e medie imprese e di una crescita più bassa.

Proprio la crescita è ora destinata a rallentare ulteriormente.

"Vediamo pressioni sui ricavi perchè il ciclo è cambiato e pressioni sulla liquidità per la crisi in atto sui mercati", sottolinea Buffa di Perrero.

"Non ci aspettiamo nel futuro prevedibile, da qui al 2009, una crescita della redditività a doppia cifra come negli ultimi sette-otto anni".

Alla base di questo fenomeno ci sono "da un lato un rallentamento nella crescita del credito dall'altro commissioni da trading più basse e la crisi dell'asset management".