Finanziaria, 600 mln a Cigs, 85% fondi Fas a Mezzogiorno

lunedì 10 novembre 2008 17:42
 

ROMA, 10 novembre (Reuters) - Fondo per la cassa integrazione in deroga che sale da 450 a 600 milioni; riserva pari all'85% delle somme del Fas al Mezzogiorno e patto di stabilità interno più soft.

È quanto prevedono i principali emendamenti del relatore alla Finanziaria, Gaspare Giudice, che saranno votati a partire da domani in aula a Montecitorio e sui quali c'è il via libera sostanziale del governo.

Tra le misure, torna anche anche quest'anno la clausola che destina le eventuali "maggiori disponibilità di finanza pubblica" alla riduzione della pressione fiscale per lavoratori dipendenti e pensionati con reddito medio basso.

Un altro emendamento autorizza il governo ad anticipare gli aumenti contrattuali per gli statali, ma "sentite le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative".

Per le risorse da destinare al Mezzogiorno, l'emendamento del relatore prevede una relazione annuale del governo al Parlamento sulle risorse disponibili, "specificando l'incidenza delle citate utilizzazioni rispetto al principio di ripartizione territoriale delle stesse in favore delle aree sottoutilizzate in misura non inferiore all'85% del totale".