Federalismo, da trasferimento immobili impatto su conti - Canzio

martedì 10 febbraio 2009 15:18
 

ROMA, 10 febbraio (Reuters) - Il trasferimento di parte del patrimonio immobiliare dello Stato agli enti locali, previsto dal Federalismo fiscale, può incidere sul risanamento dei conti pubblici e sul debito in particolare.

Lo ha detto il Ragioniere generale dello Stato Mario Canzio nel corso di un'audizione alla Camera.

"In un'ottica di coordinamento della finanza pubblica tra Stato e autonomie locali, occorre, in particolare per quanto attiene ai beni immobili, fare sì che il processo di trasferimento si realizzi in modo efficace ed equilibrato", ha detto Canzio commentando l'articolo 18 del ddl sul Federalismo fiscale, all'esame di Montecitorio dopo il via libera in prima lettura del Senato.

"Va considerata la potenziale incidenza della normativa in questione sul processo di risanamento dei conti pubblici, atteso che, da alcuni anni a questa parte, il patrimonio immobiliare dello Stato è interessato da programmi di alienazione finalizzati al recupero di risorse da destinare alla riduzione del debito pubblico", ha aggiunto Canzio.