A G8 Lecce exit strategy ma tassi bond non preoccupano -Giappone

mercoledì 10 giugno 2009 09:27
 

TOKYO, 10 giugno (Reuters) - I ministri delle Finanze che si incontrano venerdì e sabato a Lecce discuteranno probabilmente di possibili strategia d'uscita dalle misure prese per contrastare la crisi ma difficilmente si concentreranno sulla questione dell'aumento dei tassi dei bond.

Lo dice un alto funzionario del ministero delle Finanze giapponese a due giorni dall'apertura del G8 finanziario che precede il vertice dell'Aquila.

Il recente incremento dei tassi sui titoli di Stato europei, statunitensi e giapponesi punta verso una stabilizzazione della situazione economica.

"Ci sono indicazioni che portano semi di speranza in ogni paese, ma le prospettive restano fragili. La nostra idea di base è di adottare i passi necessari a una crescita economica sostenibile", ha detto il funzionario aggiungendo che ogni fallimento delle strategie d'uscite si ripercuoterebbe sui tassi d'interesse.

I rendimenti dei Treasuries a due e 10 anni hanno toccato i massimi da novembre lunedì scorso sull'onda di dati che sembrano suggerire che il peggio per l'economia Usa sia alle spalle.

Il rialzo dei tassi potrebbe tradursi in un aumento del costo del debito per privati e governi.

Ma il funzionario ha affermato di non ritenere "che l'aumento dei tassi sull'obbligazionario sia uno dei fattori che contribuisce all'instabilità delle prospettive economiche".