Btp scivolano su ripresa azionario, attesa aste medio-lungo

martedì 10 marzo 2009 12:47
 

  MILANO, 10 marzo (Reuters) - L'obbligazionario italiano
scivola in negativo, sulla scia delle aste in agenda in
settimana e della ripresa del mercato azionario.
 "Le borse sono più tranquille oggi e di conseguenza i titoli
di stato stanno ripiegando un po'", commenta un dealer. "Per
altro i volumi continuano a essere ridotti: sul marzo 2019
finora ci sono stati scambi soltanto per 20 milioni. Una
miseria".
 Nè i dati macroeconomici della giornata dovrebbero
aggiungere maggiore vivacità alla seduta. "In agenda non c'è
niente di particolare che possa muovere la situazione", continua
il dealer.
 In queste condizioni l'attenzione si catalizza quindi sulle
aste.
 Stasera il Tesoro annuncerà i quantitativi dei titoli in
asta venerdì: del Btp a 5 anni - scadenza 15 dicembre 2013 -,
del Btp a 30 anni - scadenza 1 marzo 2039 - e dei due Btp non
più in corso di emissione, scadenza primo agosto 2016 e primo
agosto 2034. 
 "In totale prevediamo che il Tesoro offrirà tra i 5 e i 6
miliardi, con 2,5-3,5 miliardi messi in asta soltanto per il 5
anni", dice un dealer.
 "Più nel dettaglio, per il Btp scadenza 2016 prevediamo
un'offerta di circa 1 miliardo, mentre per i due titoli a 30
anni vediamo un ammontare complessivo tra i 2 e i 3 miliardi",
aggiunge.
 Si tratta di quantitativi sostanziosi, come sempre negli
ultimi tempi, ma i dealer si dicono fiduciosi.
 "Avvicinandosi all'asta dobbiamo monitorare se ci sarà un
po' di appesantimento sui titoli o se, al contrario, arriveranno
gli acquirenti dell'ultima ora", dice uno di loro.
 "Finora il mercato ha assorbito le nuove emissioni senza
grandi problemi, con bid-to-cover incoraggianti".
 Nella scorsa tornata d'asta sui titoli a medio lungo il
Tesoro ha collocato titoli per oltre 10 miliardi, con buone
richieste. 
 E' un settimana di aste anche nel resto d'Europa: a quelle
di Austria, Olanda e Inghilterra, in programma oggi, si
aggiungeranno verso la fine della settimana quelle, consistenti,
della Germania.
 E' invece sempre più sotto pressione il mercato americano:
in serata sarà chiamato a digerire titoli a 3 anni che
dovrebbero portare nelle casse del Tesoro quasi la metà dei 63
miliardi di dollari previsti questa settimana.
 "Le aste americane ormai sono sempre più corpose e questo
pesa sull'obbligazionario statunitense. Ma l'influenza sul
mercato italiano è quasi inesistente".
 Anche lo spread tra i titoli benchmark italiani e la
controparte tedesca è rimasto stabile rispetto a ieri,
registrando soltanto un restringimento di pochi punti.
 "Con le borse che si ritagliano un momento di respiro, c'è
qualche lieve aggiustamento, ma la situazione generale resta
negativa e gli operatori si mantengono cauti", conclude un
dealer.
 
======================= ORE 12,30 ============================
                                 PREZZI  VAR.    RENDIMENTO
  FUTURES BUND GIUGNO FGBLc1      124,76  (-0,33)
  BTP 2 ANNI  (FEB 11) IT2YT=RR*  103,12  (+0,07)     2,148%
  BTP 10 ANNI (MAR 19) IT10YT=TT  100,48  (-0,28)     4,489%
  BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=TT   94,16  (-0,11)     5,465%
========================= SPREAD (PB) ========================
                                        CHIUSURA PRECEDENTE
  TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5      0                   1
  BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     87                  91
  BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    151                 152
  BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    176                 176
  BTP 2/10 ANNI*                     234,1               225,4
  BTP 10/30 ANNI                      97,6               100,8
 *Dati su schermi Reuters
===============================================================