Monetario sottile, o/n sopra 1%, aspetta fine-tuning

martedì 10 febbraio 2009 12:31
 

MILANO, 10 febbraio (Reuters) - Ultimo giorno del periodo di mantenimento della riserva con volumi ancora poco significativi sul mercato interbancario, seppur in leggera ripresa rispetto a ieri, e un overnight sopra l'1% aspettando il fine-tuning del pomeriggio.

Con le operazioni di rifinanziamento a 7 e a 28 giorni sono stati rinnovati importi leggermente inferiori rispetto a quelli in scadenza, un trend che - secondo un tesoriere - è destinato ad essere confermato anche domani quando saranno resi noti i risultati delle aste a tre e sei mesi.

"In particolare sulla settimana era tantissimo tempo che non veniva chiesto un importo inferiore al benchmark", sottolinea un tesoriere che spiega: "Si calibrano meglio le richieste, la penalizzazione di 100 punti base fa sì che si facciano calcoli più esatti".

Da quando il corridoio fra tasso ufficiale e tasso di remunerazione dei depositi marginali presso la Banca Centrale Europea è stato raddoppiato a 100 punti base, le banche evitano cioè di chiedere in asta più liquidità del necessario perchè depositare l'eccesso overnight è diventato meno conveniente.

La Bce drenerà i fondi in eccesso - che secondo il tesoriere ammontano a 220 miliardi di euro - con un'asta a tasso variabile e richieste per un tasso massimo del 2% alle ore 15. Quello che non verrà assorbito dal fine-tuning - circa 70 miliardi nelle stime del tesoriere - sarà messo a deposito questa sera rendendo l'1%. Ieri i depositi marginali hanno sfiorato i 200 miliardi di euro. Volumi in ripresa sul panel Eonia EONIA che ieri ha scambiato 38,86 miliardi di euro (da 32,231 miliardi) al tasso dell'1,187% rispetto all'1,191% del giorno precedente.

Oggi i depositi viaggiano intorno all'1,2% EUROND= e over the counter a 1,12/1,15% secondo un tesoriere.

Il premio al rischio per le transazioni sull'interbancario - misurato dal differenziale fra il tasso Euribor a tre mesi (oggi sceso per la prima volta in quasi cinque anni sotto il 2%) e la corrispondente scadenza sull'Eonia Swap (1,01%), si attesta intorno ai 98 punti base.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine ECB40 e BITS.

Nel giorno in cui - da Kuala Lumpur - il membro del consiglio Bce Axel Weber si è pronunciato a favore di riduzioni aggressive dei tassi di interesse in tempi di crisi, sulla curva Euribor i derivati sui tassi viaggiano poco mossi con il contratto a marzo FEIH9 a 98,290, giugno FEIM9 a 98,380 e settembre FEIU9 a 98,350 (+0,005).