Monetario, liquidità regolare dopo 12 mld depositi presso Bce

mercoledì 10 settembre 2008 12:29
 

MILANO, 10 settembre (Reuters) - Il mercato monetario inaugura in tranquillità il nuovo periodo di riserva, con il drenaggio effettivo di 32 miliardi fra i 20 miliardi del fine-tuning e i 12 del deposit-facility presso la banca centrale.

"Alla fine i conti della Bce, che prevedevano un drenaggio di 32 miliardi, erano corretti" dice un tesoriere. "Oggi la situazione è tranquilla, con l'overnight attorno a livelli consueti dopo che ieri si era tenuto sotto il 4%".

Ieri con un'operazione di fine-tuning la Bce ha infatti drenato dal sistema 20 miliardi di liquidità in eccesso a fronte di un target di 32 miliardi dell'operazione. I restanti 12 miliardi sono stati appunto tolti dal mercato con il deposit facility serali al 3,25%.

Ieri, dopo che la Bce non era riuscita a drenare per intero l'ammontare in eccesso, l'overnight sie era mosso al di sotto del 4%, determinando una fixing Eonia a 3,916%.

Attorno alle 12,00 sugli schermi Reuters EURD= l'overnight scambia a 4,22/30%. Su Mid EURD=TT è invece a 4,36/4,41%.

"Movimenti poco significativi", a dire dei tesorieri, sui derivati sui tassi.

A metà seduta sulla curva Euribor il contratto a settembre FEIU8 è invariato a 95,035, dicembre FEIZ8 cede 0,005 a 94,950, marzo FEIH9 cede 0,030 a 95,245 mentre giugno FEIM9 arretra di 0,020 a 95,500.

Il saldo di ieri, ultimo giorno di riserva, è risultato pari a 175,1 miliardi di euro, con numeri neri per 18,9 mld.

Oggi ha avuto luogo inoltre l'asta a tre mesi. La Bce ha collocato 50 miliardi di euro all'asta di rifinanziamento a 91 giorni, assegnando fondi a un tasso medio del 4,66% e a un tasso marginale del 4,45%. Il riparto al tasso marginale è stato del 51,10%, il tasso minimo del 3,00% e il massimo del 4,95%. L'operazione ha regolamento domani e scadenza il prossimo 11 dicembre.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.