Monetario, liquidità equilibrata in avvio periodo, scarno p/t 6M

mercoledì 10 giugno 2009 12:38
 

MILANO, 10 giugno (Reuters) - Il tasso a un giorno scambia in linea al fixing Eonia di ieri, avvenuto a 0,737%, dopo essere scivolato fino a 0,25% su un fine-tuning di drenaggio che ha sottratto al mercato solo la metà dell'eccedenza di fondi nell'ultimo giorno di riserva.

Le banche infatti hanno depositato presso la Bce 59,8 miliardi di euro ieri sera, mentre l'operazione del pomeriggio aveva assorbito 57,9 miliardi.

Secondo un operatore il nuovo periodo si apre con liquidità "abbastanza piatta" anche alla luce della quota di fondi che quotidianamente viene parcheggiata presso la Bce.

Con il regolamento delle aste a 7 e 28 giorni - in cui la Bce ha collocato, rispettivamente, 302 e 56,8 miliardi, a fronte dei 227,6 e 116 in scadenza - il saldo oggi dovrebbe attestarsi attorno ai 250 miliardi "al lordo dei deposit facility".

L'attesa è che poi nei giorni successivi scenda.

Per la riserva dovuta i pronostici si orientano invece sui 218 miliardi, poco sopra i 216,682 miliardi di quella scaduta ieri.

La Bce ha condotto in mattinata le aste a 91 e 182 giorni collocando 14,536 miliardi a tre mesi e 18,202 a sei mesi.

"La partecipazione sui tre mesi è stata quella che ci si aspettava mentre sul sei mesi francamente avrei detto una trentina di miliardi. A questo punto viene a mancare un filo di liquidità visto che parte finisce sempre sui depositi. Diciamo che abbiamo una liquidità decisamente equilibrata", commenta un tesoriere.

Fino alla prossima asta il tasso a un giorno dovrebbe mantenersi tra 0,90% e 1%, mentre questa mattina lavora tra 0,70% e 0,80%.   Continua...