Btp perdono su Bund in scia Grecia,Irlanda,30 anni soffre di più

venerdì 9 gennaio 2009 17:46
 

 MILANO, 9 gennaio (Reuters) - I Btp confermano l'andamento a
due luci che vede il trentennale sempre sotto pressione prima
dell'asta di mercoledì prossimo mentre le scadenze brevi
beneficiano della fuga dal rischio che fa guadagnare al derivato
sul Bund oltre un punto pieno in serata.
 I volumi restano comunque di molto inferiori alla media e
questo, se da un lato amplifica l'ampiezza del rally del
mercato, dall'altro ne diminuisce la significatività.
 Con l'eccezione del trentennale, nella prima metà della
seduta l'Italia aveva dato prova di buona resistenza alla fase
di salita del mercato obbligazionario che di norma si traduce in
una penalizzazione dei paesi periferici.
 La forbice di rendimento Btp/Bund non ha retto però alla
notizia della revisione peggiorativa dell'outlook sui rating di
Grecia e Irlanda da parte di Standard & Poor's.
 Sull'onda della recessione economica l'agenzia sta valutando
una possibile riduzione sia del rating 'AAA' della Tigre Celtica
ora in panne sia del più modesto rating 'A' della Grecia.
 "L'Italia ha allargato di 6-7 punti base, un movimento non
particolarmente preoccupante di questi tempi", commenta un
trader.
 In scia alla decisione di S&P, il decennale italiano ha
ritracciato con decisione dai massimi della mattinata ma è
comunque il trentennale ad aggiudicarsi la performance peggiore
sulla curva.
 Se lo 'steepening' interessa sia il tratto 2-10 che quello
10-30 anni, lo spread del Btp agosto 2039 sul corrispondente
benchmark tedesco è arrivato a 154 punti base oggi, con un
allargamento di quasi 20 centesimi da ieri.
 Dopo le aste di Francia e Spagna di ieri la prossima
settimana toccherà al Tesoro italiano collocare titoli a 5 e 30
anni, oltre alla riapertura di un Btp 2029 non più in corso
d'emissione.
 L'erosione dei rendimenti obbligazionari fino a livelli
decisamente poco attraenti e gli ingenti quantitativi che i
governi sono costretti a raccogliere in questa difficile fase
economica rendono più delicati i compiti di emissione dei
Tesori. Il pessimo esito dell'asta sul Bund decennale di questa
settimana ha rivelato infatti come gli investitori siano
diventati più esigenti e selettivi.
 
 =================== QUOTAZIONI 17,30 =========================
                                 PREZZI  VAR.    RENDIMENTO
  FUTURES BUND MARZO FGBLc1       124,77  (+1,20)
  BTP 2 ANNI  (FEB 11) IT2YT=TT   102,26  (+0,11)     2,626%
  BTP 10 ANNI (AGO 18) IT10YT=TT  101,36  (+0,14)     4,371%
  BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=TT   96,60  (-1,19)     5,292%
======================== SPREAD (PB) =======================
                                         CHIUSURA PRECEDENTE
  TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     60                  64
  BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3    107                 111
  BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    130                 126
  BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    154                 125
  BTP 2/10 ANNI                      174,5               170,6
  BTP 10/30 ANNI                      92,1                82,1
 ============================================================