Fiat, a breve pagamento 400 mln, Entrate aspettano interpello

lunedì 9 novembre 2009 17:38
 

ROMA/TORINO, 9 novembre (Reuters) - L'Agenzia delle entrate pagherà a breve gli oltre 400 milioni di crediti d'imposta accumulati da Fiat FIA.MI con il sistema di incentivi alla rottamazione.

Dal punto di vista tecnico la soluzione è già stata individuata e richiede solo che il gruppo torinese presenti la domanda di interpello.

"È tutto pronto. Serve solo che Fiat presenti l'intervello. Ad oggi non è ancora arrivato", dice una fonte dell'Agenzia delle entrate.

"L'interpello è in corso di preparazione", aggiunge un portavoce Fiat.

Per smaltire i crediti d'imposta l'Agenzia delle entrate intende ricorrere a un allargamento della compensazione tra debiti e crediti d'imposta a tutte le imprese collegate alla Fiat che hanno parte attiva nella produzione di autovetture.

Il problema nasce dal fatto che Fiat anticipa ai concessionari il bonus per l'acquisto di automobili e accumula crediti verso lo Stato.

L'allargamento alle società operative si rende necessario perché Fiat non ha abbastanza debiti fiscali per scontare i crediti accumulati.