Iva su Sky,norma decreto non valuta calo abbonati-Tecnici Camera

martedì 9 dicembre 2008 19:46
 

ROMA, 9 dicembre (Reuters) - La norma del decreto anticrisi varato dal governo che raddoppia (dall'attuale 10 al 20%) l'aliquota Iva sugli abbonamenti a Sky Tv nel prevedere maggiori introiti per 214 milioni di euro non valuta la diminuzione del numero di abbonamenti che la stessa norma potrebbe causare.

E' quanto dicono i tecnici del Servizio Bilancio della Camera nella relazione al decreto anticrisi del governo.

"In ordine all'aumento dell'aliquota Iva sui canoni di abbonamento radiotelevisivo andrebbe acquisito l'avviso del governo circa il possibile impatto della disposizione sui ricavi del settore in termini di contrazione del volume degli abbonamenti. Tale profilo non sembrerebbe essere stato considerato dalla relazione tecnica ai fini della quantificazione", scrivono i tecnici nella relazione.