April 9, 2009 / 10:20 AM / 8 years ago

Monetario, o/n in area 0,80% tra scambi distesi e pochi volumi

3 IN. DI LETTURA

MILANO, 9 aprile (Reuters) - Naviga intorno a 0,80% il deposito giorno a giorno negli scambi della tarda mattinata sull'interbancario, dove i derivati sui tassi di riferimento Uem mostrano un segno negativo, traendo ispirazione dalla discesa del futures Bund.

Gli scambi sono molto tranquilli, con volumi che tendono ad assottigliarsi specie sui futures in vista del lungo fine settimana pasquale.

"Il nuovo mese di mantenimento iniziato soltanto ieri fa sì che la liquidità abbondante non sgonfi eccessivamente i tassi... rispetto alle ultime sedute a cavallo di fine riserva il mercato è comunque molto disteso" commenta un tesoriere.

Nessun impatto di rilievo esercitano le ultime dichiarazioni del presidente Bce, che si è di fatto limitato a cementare le aspettative di mercato e investitori su un nuovo taglio da un quarto di punto in occasione del consiglio di maggio.

"Davvero niente di nuovo: l'appuntamento confermato a maggio per una nuova riduzione dei tassi e per l'annuncio di eventuali misure non standard" continua l'esperto.

In un'intervista a 'Il Sole 24 Ore' oggi in edicola Jean-Claude Trichet si sofferma brevemente sul tema della politica monetaria per spiegare che non si può escludere una "molto misurata" discesa rispetto all'attuale 1,25%.

Uno sguardo alle statistiche giornaliere sull'equilibrio dei fondi evidenzia intanto la discesa al minimo degli ultimi sei mesi e mezzo nel ricorso da parte delle banche Uem ai depositi marginali presso la Bce, soltanto da ieri remunerati allo 0,25%.

"Il tasso è dimezzato... l'istituto centrale di Francoforte ha anche spiegato che il livello dei depositi non scenderà fino a zero" conclude.

Rispetto agli oltre 39 miliardi di euro di martedì sera le banche dei sedici paesi Uem hanno utilizzato ieri depositi a un giorno per meno di 23 miliardi, mentre il ricorso ai prestiti marginali - 2,25% dal precedente 2,50% - è calato da poco meno di 5 a meno di un miliardo.

Prosegue infine la flessione dei tassi Euribor: passa al nuovo minimo di 1,435% dall'1,445% di ieri la scadenza a tre mesi, a 0,871% da 0,879% la settimana e a 1,618% da 1,624% quella a sei mesi.

Intorno alle 12 il periodo overnight è indicato intorno a 0,80% sul Mid e in una forchetta 0,75/1,00% negli scambi 'over the counter', in calo a una media Eonia fissata ieri a 0,858%.

Sulla curva Euribor il futures giugno FEIM9 vale 98,73 (-0,01), settembre FEIU9 cede 5 millesimi a 98,66 e dicembre FEIZ9 un tick a 98,42.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below