Banche,da dl ritorno per Stato,no aiuto a chi sbaglia - Tremonti

giovedì 9 ottobre 2008 10:02
 

ROMA, 9 ottobre (Reuters) - L'eventuale ricapitalizzazione da parte del Tesoro di una banca italiana in crisi potrà portare a un ritorno economico per lo Stato ma il governo non ha intenzione di sostenere i manager che hanno commesso errori.

Lo ha puntualizzato il ministro dell'Economia Giulio Tremonti illustrando, in aula alla Camera, le misure del decreto varato ieri per garantire la stabilità del sistema finanziario.

"È nel potere del governo evitare che una banca fallisca e non per tornare nel capitale delle banche ma per l'interesse pubblico. Non sarà un capitale attivo, ma esaurirà il suo ruolo nella forma di azioni privilegiate che non hanno intervento diretto", ha detto Tremonti.

"Se usi il denaro dei contribuenti è per far andare bene la banca, non per aiutare chi ha sbagliato. E alla fine ci potrà essere un ritorno per il contribuente: se una banca è risanata e esci porti a casa più capitale di quello che hai messo", ha aggiunto Tremonti.