Pubblica amministrazione, in 2007 consulenze per 1,354 mld, + 5%

martedì 9 settembre 2008 14:28
 

ROMA (Reuters) - Nel 2007 il 50% della pubblica amministrazione ha erogato per consulenze e collaboazioni esterne compensi pari a 1.354.509.416,21 euro, con un incremento della spesa di circa il 5%.

La cifra potrebbe salire a 2,5 miliardi (500 mila consultenze) considerando che poco più del 50% delle amministrazione non ha conferito alcun incarico oppure non ha trasmesso, nei tempi e con le modalità previste, i dati sulle consulenze.

I dati sono forniti dal ministero della Funzione pubblica nell'ambito dell'operazione trasparenza avviata dal ministro Renato Brunetta.

Le amministrazioni che hanno assegnato consulenze sono state 9.843 e 269.455 gli incarichi assegnati.

Nel 2006 erano state 9.160 le amministrazioni che avevano conferito 265.212 incarichi, per un totale di compensi erogati 1.287.894.854,25 di euro. I dati del 2007 fanno quindi rilevare un incremento (+7,46%) delle amministrazioni che hanno comunicato gli incarichi rispetto all'anno 2006 e anche un incremento del numero degli incarichi conferiti, pari a 4.243 (circa il 2,6% in più) con un conseguente aumento della spesa per le consulenze pari a 66.614.561,96 euro (circa il 5% in più).

Il ministero precisa che i dati si possono consultare sul sito www.innovazionepa.it e che l'elenco delle amministrazioni che hanno fatto ricorso a consulenze esterne sarà trasmesso alla Corte dei conti perché possa verificare la posizione di ciascuna. La legge prevede infatti che le amministrazioni che omettono gli adempimenti di comunicazione, non possano conferire nuovi incarichi fino a quando non adempiono.