Pop Emilia proroga scadenza bond, rafforza struttura patrimonio

venerdì 9 gennaio 2009 10:03
 

MILANO, 9 gennaio (Reuters) - Banca Popolare Emilia Romagna (EMII.MI: Quotazione) ha deliberato di prorogare al 31 dicembre 2013 la scadenza di un prestito obbligazionario convertibile da circa 125 milioni di euro completamente detenuto dalla Fondazione Banco di Sardegna, modificandone alcune condizioni.

Lo dice una nota aggiungendo che alla Fondazione sono stati rimborsati gli altri due prestiti detenuti (emessi dalla banca nel 2001 in occasione dell'acquisizione della maggioranza di controllo del Banco di Sardegna), in scadenza il 31 dicembre 2008, di cui uno convertibile di complessivi 75 milioni circa e l'altro subordinato non convertibile dell'ammontare di 25,3 milioni.

La disponibilità derivante dai rimborsi è stata reimpiegata dalla Fondazione per la sottoscrizione di un nuovo prestito obbligazionario subordinato non convertibile "Lower Tier II", emesso dalla banca il 31 dicembre 2008, di complessivi 100 milioni, della durata di sei anni, rimborsabile in cinque rate annue costanti, a partire dal 31 dicembre 2010.

Il 31 dicembre scorso è inoltre giunto a scadenza anche il "prestito obbligazionario convertibile subordinato Banca popolare dell'Emilia Romagna 4,00%, 2003 - 2008", sottoscritto dalla clientela e del valore originario di 330,5 milioni che, per effetto di conversioni anche anticipate esercitate in anni precedenti, è stato rimborsato alla scadenza per 266,5 milioni.

Infine la banca ha perfezionato ulteriori operazioni di rafforzamento della propria struttura patrimoniale mediante emissione di strumenti obbligazionari subordinati.

Nello specifico, il 30 dicembre 2008 si è concluso il periodo di sottoscrizione dei "prestiti obbligazionari non convertibili subordinati Lower Tier II" emessi per complessivi 450 milioni, di cui 350 milioni a tasso fisso e 100 milioni a tasso variabile. Tali prestiti, che saranno rimborsati in cinque rate annue costanti a partire dal 31 dicembre 2010, sono stati integralmente sottoscritti dalla clientela della Banca popolare dell'Emilia Romagna e delle banche del suo gruppo.

La banca, inoltre, ha collocato mediante private placement un'emissione di obbligazioni subordinate non convertibili, con caratteristiche tali da essere computate nel patrimonio di base di vigilanza (Tier1), per complessivi 100 milioni.

Per leggere il testo integrale del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su [ID:nBIA09b71]