Povertà, primo ok governo a reddito inclusione per 660.000 famiglie

venerdì 9 giugno 2017 14:42
 

ROMA, 9 giugno (Reuters) - Via libera preliminare del governo al decreto attuativo sul reddito d'inclusione, il nuovo strumento di contrasto alla povertà che in una prima fase sarà destinato a 660.000 famiglie.

L'assegno "va da un minimo di 190 euro a un massimo di 485 euro", ha spiegato in conferenza stampa a Palazzo Chigi il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.

Secondo l'Istat, i soggetti in povertà assoluta sono in totale 4.600.000, 1.582.000 le famiglie.

Le risorse stanziate sono pari a circa "2 miliardi di euro l'anno nei prossimi anni", ha aggiunto Poletti.

Il reddito d'inclusione è finanziato infatti attraverso il Fondo per la lotta alla povertà, che ha una dotazione di 1,03 miliardi nel 2017 e di 1,054 miliardi dal 2018.

Il provvedimento, un decreto legislativo, andrà ora all'esame delle commissioni parlamentari e tornerà poi a Palazzo Chigi per il via libera definitivo.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Povertà, primo ok governo a reddito inclusione per 660.000 famiglie | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,833.88
    -0.46%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,060.63
    -0.45%
  • Euronext 100
    1,013.91
    -0.33%