Italia chiede a Ue 'sconto' da 0,5% Pil su correzione 2018

giovedì 1 giugno 2017 12:14
 

ROMA, 1 giugno (Reuters) - L'Italia chiede alla Commissione europea uno 'sconto' di mezzo punto percentuale di Pil sulla correzione del 2018.

Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ha scritto infatti al commissario Pierre Moscovici e al vicepresidente dell'esecutivo comunitario, Valdis Dombrovskis, per comunicare un aggiustamento del saldo strutturale, calcolato al netto del ciclo e delle una tantum, di 0,3 punti a fronte dello 0,8 indicato ad aprile con il Def.

"Il governo intende correggere il saldo strutturale in misura pari allo 0,3% del Pil", si legge nella lettera appena diffusa dal Tesoro.

"Si tratta di uno sforzo sostanziale che ci permetterà di ridurre il deficit nominale e assicurare un calo nel rapporto debito/Pil", prosegue il ministro.

Ad aprile il governo ha promesso all'Europa di ridurre il deficit nominale dal 2,1% del Pil atteso quest'anno all'1,2% del 2018.

Lo sconto di mezzo punto, se dovesse essere accordato da Bruxelles, consentirebbe a Padoan di portare l'asticella del deficit in area 1,7%.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Italia chiede a Ue 'sconto' da 0,5% Pil su correzione 2018 | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,987.31
    -0.29%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,184.55
    -0.33%
  • Euronext 100
    1,004.61
    -0.47%