Italia esposta a sfiducia mercati e fenomeni contagio per alto debito -Visco

mercoledì 31 maggio 2017 10:34
 

ROMA, 31 maggio (Reuters) - L'alto debito pubblico espone l'Italia alla sfiducia dei mercati e a fenomeni di contagio.

Nelle ultime considerazioni finali del suo mandato il governatore Ignazio Visco sceglie di soffermarsi sui rischi legati al debito italiano.

"L'alto livello del debito costituisce un elemento di vulnerabilità e freno all'economia" ricorda Visco, anche se le proiezioni di lungo periodo elaborate dalla Commissione europea "non mettono in evidenza rischi significativi per la sostenibilità del debito pubblico italiano".

Il governatore dice all'esecutivo che non deve essere più ritardato "l'avvio di una diminuzione continua e tangibile dell'incidenza del debito sul Pil".

Nel biennio 2015-2016 il rapporto debito/pil si è sostanzialmente mantenuto sui livelli di fine 2014.

Per questo obiettivo servono "politiche di bilancio prudenti, mirate non solo a ridurre il disavanzo, ma anche a rivedere la composizione delle spese e delle entrate". Secondo Visco, che quantifica in un saldo primario in avanzo del 4% lo sforzo necessario, l'attuale fase di crescita, anche se moderata, lo rende possibile.

A sostegno di una maggiore crescita va dato più spazio agli investimenti pubblici, trovando le risorse in una revisione della struttura dei trasferimenti e di agevolazioni ed esenzioni fiscali.

Nelle ultime righe delle considerazioni Visco ricorda al governo in carica e a quello futuro che i cambiamenti necessari per rimettere l'Italia in un cammino di crescita solido richiederanno "tempo, impegno, sacrifici".

"Interventi di sostegno alla domanda potranno lenire i costi economici e sociali della transizione, ma le politiche economiche devono avere una veduta lunga" ammonisce Visco.   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Italia esposta a sfiducia mercati e fenomeni contagio per alto debito -Visco | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,833.88
    -0.46%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,060.63
    -0.45%
  • Euronext 100
    1,013.91
    -0.33%