MONETARIO-Brevissimo sotto -0,40%, non risente di ricoperture pasquali

giovedì 13 aprile 2017 11:32
 

MILANO, 13 marzo (Reuters) - Il mercato monetario appare poco propenso a scommettere su interventi della Bce sui tassi prima del 2018, come peraltro diversi esponenti della banca centrale, presidente Draghi in testa, hanno ribadito negli ultimi giorni.

** Con un eccesso nel sistema di circa 1.600 miliardi di euro -- destinato a salire ancora nonostante la discesa a partire da aprile dell'importo mensile degli acquisti del Qe da 80 a 60 miliardi di euro -- i tassi del brevissimo scambiano sotto la soglia di -0,40% della deposit facility Bce.

** Intorno alle 11,15 su General Collateral Italia l'overnight scambia a -0,40%, tom/net e spot/next tra -0,410% e -0,415; su livelli analoghi anche le scadenze più lunghe, a una e due settimane.

** "Siamo sotto -0,40% dal regolamento dell'ultimo Tltro2 a fine marzo, la liquidità è ai massimi storici e si riflette in depositi overnight ormai stabilmente sui 570-580 miliardi" commenta un tesoriere. "C'è qualche ricopertura in vista della pausa pasquale, ma i tassi non ne risentono".

** Sulla curva dei futures Eonia, la quotazione sulla scadenza del meeting Bce di dicembre 2017 è a -0,3568%, praticamente allineata all'Eonia spot (attorno a -0,3580%): significa che il mercato attribuisce una probabilità di fatto nulla a un aumento di 10 centesimi del tasso sulla deposit facility Bce per fine 2017. Nelle settimane scorse tale probabilità era salita fino al 70%.

** Il quadro cambia solo marginalmente se si sposta l'orizzonte al meeting di gennaio 2018: il future Eonia su tale scadenza sta a 0,3479%, proiettando una probabilità di rialzo circa del 10%.

** "Credo sia molto prematuro fare ora previsioni; certo se dai prossimi meeting dovesse arrivare qualche indicazione più precisa di 'exit strategy', allora la curva dei future Eonia potrebbe adeguarsi abbastanza rapidamente".

** Nel pomeriggio Bankitalia pubblica il secondo numero del 2017 del proprio Bollettino economico, che potrebbe contenere dettagli sulla partecipazione degli istituti italiani al quarto e ultimo Tltro2. I dati di via Nazionale della settimana scorsa hanno indicato su marzo un netto incremento dell'esposizione delle banche del Paese ai fondi a lungo termine della Bce, da circa 187 a 251,5 miliardi.

** Nel p/t settimanale di martedì scorso la Bce ha assegnato fondi per 13,228 miliardi, cifra praticamente analoga a quella in scadenza. La stima del benchmark fornita è scesa a -1.101,5 miliardi dai -943 della settimana precedente.   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
MONETARIO-Brevissimo sotto -0,40%, non risente di ricoperture pasquali | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,684.41
    +4.77%
  • FTSE Italia All-Share Index
    22,830.97
    +4.44%
  • Euronext 100
    1,010.52
    +3.48%