17 febbraio 2017 / 12:40 / 7 mesi fa

Derivati, Corte Conti contesta 1,2 mld euro danni a dirigenti Tesoro

ROMA, 17 febbraio (Reuters) - La Corte dei conti contesta 1,2 miliardi di euro di danni ai dirigenti del Tesoro per la chiusura dei derivati con Morgan Stanley tra il 2011 e il 2012, ha detto il vice procuratore regionale per il Lazio Massimiliano Minerva, confermando che i rimanenti 2,9 miliardi sono contestati alla banca americana.

Il procuratore non ha detto chi siano i dirigenti.

Secondo quanto riferito da una fonte giudiziaria in settembre, la Corte dei Conti contesta il danno erariale all‘attuale responsabile del debito pubblico Maria Cannata, al direttore generale del Tesoro Vincenzo La Via e agli ex ministri Domenico Siniscalco e Vittorio Grilli.

“Non confermo né smentisco” i nomi dei dirigenti del ministero, ha detto Minerva in una conferenza stampa.

Il procedimento è nella fase dell‘invito a dedurre, che corrisponde ad un avviso di chiusura indagini nell‘ambito dei processi penali.

Il Tesoro ha versato alla banca americana circa 3 miliardi di euro in conseguenza di una clausola di “Additional termination event” presente in alcuni contratti.

(Giuseppe Fonte)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below