Bce può forzare mano su banche incapaci di ridurre npl - Donnery

mercoledì 15 febbraio 2017 11:00
 

FRANCOFORTE, 15 febbraio (Reuters) - La Banca centrale europea può stabilire requisiti vincolanti se ritiene che una banca non stia riducendo l'ammontare di crediti deteriorati abbastanza velocemente.

Lo ha dichiarato Sharon Donnery, responsabile del gruppo di lavoro Bce incaricato di stabilire le linee guida per i non perfoming loan (npl).

"Se la valutazione della vigilanza supportata dai benchmark arriva alla conclusione che alcune strategie sugli npl non siano sufficientemente ambiziose o non siano implementate in maniera appropriata, considereremo ulteriori misure caso per caso", ha detto.

"Ci sono già gli strumenti legali disponibili; se necessario, per esempio, le aspettative potrebbero essere tradotte in requisiti vincolanti da implementare nell'ambito del Supervisory review and evalutation Process (Srep)", ha aggiunto.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama Italia"

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Bce può forzare mano su banche incapaci di ridurre npl - Donnery | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    21,047.80
    +1.24%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,260.77
    +1.09%
  • Euronext 100
    1,009.35
    +0.00%