24 novembre 2016 / 12:22 / un anno fa

PUNTO 4-Autostrade colloca bond 2027 da 600 mln, lancia buyback per 500 mln

(Aggiunge comunicato di Atlantia)

MILANO, 24 novembre (Reuters) - Autostrade per l‘Italia (Aspi), controllata di Atlantia, ha collocato un bond decennale ‘lungo’ da 600 milioni, lanciando al contempo un‘offerta di riacquisto per massimi 500 milioni su tre titoli in circolazione al 2017, 2019 e 2020.

L‘intera operazione rientra nella strategia di ‘liability management’ del gruppo, “volta a ottimizzare le scadenze e il costo dell‘indebitamento esistente”, spiega una nota.

“Sono stati coraggiosi, alla fine abbiamo portato a casa la pelle e anche bene, considerando peraltro la scadenza lunga”, commenta un banchiere coinvolto nell‘operazione. “Siamo stati bravi a scegliere una seduta in cui sono tornati segnali di interesse sui Btp, dopo tante difficili”.

Le obbligazioni, si legge in un comunicato di Atlantia pubblicato in serata, sono state collocate a investitori istituzionali, “con una forte domanda proveniente da Francia, Italia, Regno Unito, Irlanda, Germania e Austria”.

LIABILITY MANAGEMENT

Nonostante l‘ampia correzione dell‘obbligazionario italiano (legata ai timori sul referendum di dicembre), proseguono, dunque, le iniziative di gestione del debito corporate, soprattutto utility, che sfruttano un contesto di tassi che rimangono su livelli storicamente bassi. Operazioni simili sono state condotte tra maggio e ottobre anche da Enel, Salini, Hera, Snam, Acea, Iren e Snai.

“Hanno fatto bene a sfruttare l‘occasione; indipendentemente dal risultato del referendum ci vorrà tempo prima che la volatilità si riduca; poi c‘è la Fed, poi Natale: l‘alternativa era veramente andare all‘anno prossimo” prosegue il banchiere.

La nuova obbligazione -- scadenza febbraio 2027, cedola 1,750% -- è stata prezzata a reoffer 99,05, per un rendimento dell‘1,853%, corrispondente a un premio di 120 punti base su midswap; una prima indicazione era stata fornita stamane tra 125 e 130 pb, poi rivista tra 120 e 125. Gli ordini hanno superato il miliardo.

“La nuova emissione è volta al generale reperimento di risorse finanziare di Aspi, e, in tal senso, i relativi proventi potrebbero essere anche utilizzati in tutto o in parte per finanziare le offerte, che non sono tuttavia in alcun modo condizionate alla nuova emissione”, si legge nella nota.

BUYBACK

L‘offerta di buyback -- che va da oggi al primo dicembre -- prevede per il bond settembre 2017 cedola 3,375% un prezzo di riacquisto corrispondente a un rendimento di -0,2%; per il febbraio 2019 cedola 4,50% il rendimento di riferimento è -0,05%; per il marzo 2020 cedola 4,375% sarà invece determinato un rendimento sulla base di un premio rispetto a midswap.

L‘intera operazione è gestita da Banca Imi, Jp Morgan e Mediobanca, insieme a Mps capital Services, Mufg e UniCredit.

Il rating dell‘emittente è BBB+ per S&P, Baa1 per Moody’s e A- per Fitch.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below