Zona euro, più rischi per stabilità, può riemergere tema sostenibilità debito -Bce

giovedì 24 novembre 2016 10:36
 

FRANCOFORTE, 24 novembre (Reuters) - I rischi per la stabilità finanziaria della zona euro sono in crescita e possono riemergere preoccupazioni per la capacità di alcuni Paesi di sostenere il proprio debito in presenza di crescenti pressioni per il blocco dei paesi più deboli.

Lo dice la Bce nel suo rapporto sulla stabilità.

Con un messaggio insolitamente cupo, la Bce mette in guardia da possibili cambiamenti delle politiche economiche, inclusa quella della nuova amministrazione Usa, che possono scatenare improvvise volatilità di prezzo degli asset e ribaltamenti dei flussi, combinando le esistenti vulnerabilità all'aumento dei tassi.

"La maggiore incertezza politica può portare ad agende politiche più concentrate sull'interno e che rallentano la crescita", scrive la Bce. "Questo potrebbe ritardare le riforme strutturali e le necessarie politiche fiscali e condurre nello scenario peggiore a riaccendere pressioni sugli Stati più vulnerabili", aggiunge.

In particolare potrebbero riemergere timori sulla sostenibilità del debito nonostante condizioni dei mercati finanziari relativamente favorevoli.

La Bce segnala che la lunga lista di elezioni politiche e referendum su entrambi i lati dell'Atlantico potrebbero scatenare grandi cambiamenti di mercato con possibile contagio finanziario, un pericolo dato che la zona euro rimane vulnerabile.

In aggiunta ai rischi della stabilità dell'area europea, vi sono robusti aumenti di prezzo in alcuni mercati immobiliari e segni di sopravvalutazione sono emersi in alcuni paesi per il real estate immobiliare.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia"

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia